“Ferragosto Sicuro” in mare e sulle coste: scatta l’operazione della Direzione marittima della Toscana

[14 agosto 2013]

Torna anche quest’anno “Ferragosto sicuro”, l’operazione ordinata dal Comando generale del Corpo delle Capitanerie di porto che si inserisce nella più ampia organizzazione di “mare sicuro 2013”. Personale e mezzi della Direzione marittima della Toscana si concentreranno in mare e sugli oltre 600 Km di costa regionale, per fare passare un periodo di vacanze tranquillo a turisti e residenti.

«L’attività di vigilanza sarà pressoché costante in tutto il mare della Toscana»,  ha sottolineato il Contrammiraglio Arturo Faraone, direttore marittimo della Toscana. «I controlli di sicurezza saranno concentrati sulla verifica dell’osservanza dei divieti nelle zone destinate esclusivamente alla balneazione, con particolare attenzione alle località di maggiore richiamo turistico-balneare. Il rispetto delle distanze minime di sicurezza delle unità navali dai segnalamenti per i subacquei, l’uso improprio delle moto d’acqua, per le quali è previsto l’obbligo di maggiore età e di patente nautica per i conduttori, ed il numero massimo di persone trasportabili a bordo delle unità da diporto, saranno oggetto di rigorosi controlli».

«Un impegno particolare, nell’ambito della vigilanza – ha aggiunto l’ammiraglio – sarà concentrato sul rispetto dei divieti da parte dei bagnanti di effettuare la balneazione nei porti ed in prossimità dell’ingresso delle strutture portuali, nonché all’interno dei corridoi di lancio, riservati alle unità da diporto. Sarà pari a zero la tolleranza verso tutte le situazioni che pregiudichino la sicurezza e l’incolumità di chi si trova in mare e sulle spiagge e sono previste sanzioni penali ed amministrative che possono ammontare ad oltre 6.000 euro».

Nel periodo ferragostano le sale operative delle Capitanerie toscane, saranno costantemente presidiate da più di 20 militari, per far fronte ad ogni richiesta di assistenza in mare o sulle spiagge; oltre 25 mezzi navali, tra motovedette e gommoni costieri, su cui 70 uomini e donne di equipaggio, svolgeranno attività intensa di polizia marittima a garanzia della sicurezza di bagnanti e diportisti e per intervenire in caso di soccorso, o per sanzionare tutti i comportamenti illeciti e pericolosi.

Inoltre più di 90 uomini e 40 mezzi, integreranno sulla costa il dispositivo di prevenzione, a favore dei frequentatori delle spiagge, con particolare attenzione per la presenza obbligatoria del servizio di assistenza ai bagnanti e delle dotazioni di sicurezza.

La Guardia Costiera ricorda il numero blu gratuito 1530, attivo su tutto il territorio nazionale, per segnalare ogni tipo di emergenza in mare.