Forum informazione ambientale, da Greenaccord crowfunding per “Salvare il clima dal basso”

In programma quest'anno a Rieti dal 3 al 6 novembre. Obiettivo della raccolta: 10mila euro

[4 agosto 2016]

greenaccord

Nel corso degli anni, i Forum internazionali dell’Informazione ambientale di Greenaccord hanno  permesso a centinaia di giornalisti, provenienti da tutti i continenti, di confrontarsi con i massimi esperti di climatologia, sviluppo ed economia sostenibile, e rappresentanti delle più importanti organizzazioni internazionali e dei governi nazionali. Unico l’obiettivo: rafforzare le competenze degli operatori dell’informazione e migliorare la quantità e la qualità delle news ambientali.

Un passaggio cruciale e ineludibile se si vogliono fornire all’opinione pubblica mondiale gli strumenti adeguati per comprendere i rischi connessi col clima che cambia e le opportunità della transizione verso un economia a basso impatto. Ma ottenere i fondi per organizzare un Forum con persone da tutto il mondo, complice la crisi economica e le difficoltà che limitano la spesa delle istituzioni pubbliche, richiede di diversificare le fonti di finanziamento. Per questo, l’associazione Greenaccord Onlus ha lanciato una campagna di crowfunding per contribuire all’ospitalità dei giornalisti provenienti da aree disagiate e non in grado di poter affrontare le spese di viaggio e soggiorno per partecipare all’edizione numero 13 del proprio Forum internazionale, in programma quest’anno a Rieti dal 3 al 6 novembre. Una scelta, quella del finanziamento diffuso, che è coerente, tra l’altro, con il titolo scelto per l’incontro 2016: “Salvare il clima dal basso”.

«La tutela dell’ambiente passa per la buona informazione ed essa non ha confini – spiega Alfonso Cauteruccio, presidente di Greenaccord Onlus – Per questo, ai nostri Forum, in un’ottica di cooperazione nella formazione, abbiamo sempre invitato giornalisti da Paesi lontani e da aree disagiate coprendo i costi del viaggio e dell’ospitalità in Italia. E per questo abbiamo anche invitato gli studenti di giornalismo e i praticanti che vogliono formarsi sulle tematiche dello sviluppo sostenibile. Ma non possono essere sempre e solo le istituzioni pubbliche e le imprese private più sensibili e responsabili a finanziare questi eventi. Soprattutto per l’edizione di quest’anno, nella quale presenteremo tante storie di successo nate dal basso, riteniamo doveroso chiedere ai semplici cittadini di collaborare alla riuscita del Forum contribuendo alla formazione di giornalisti che non dispongono di mezzi adeguati, permettendo loro di partecipare ai lavori del Forum».

Obiettivo della campagna di crowfunding: 10mila euro, che potranno essere donati attraverso la piattaforma GoFundMe all’indirizzo https://www.gofundme.com/2gzd3e24.

Come sempre ricco l’elenco delle personalità attese al Forum. Interverranno quest’anno, tra gli altri, Robert Costanza, Joan Martinez Alier, Michael Renner (Worldwatch Institute), Martin Palmer (direttore generale ARC – Alliance of Religions and Conservation), Giovanna Valverde (negoziatrice a COP 21 per Costa Rica e AILAC), Tom Goldtooth (Executive Director of the Indigenous Environmental).