I sentieri che uniscono, dalla Liguria al Libano

Nell’Alta Val di Vara un evento a sostegno del turismo responsabile e dei progetti di ecoturismo che Cospe promuove nel mondo

[27 giugno 2018]

Le passeggiate e i trekking di sentieri che uniscono sono infatti anche un mondo per mettere idealmente in contatto realtà apparentemente distanti, in questo caso l’alta Val di Vara in Liguria, riconosciuta come uno dei gioielli dimenticati d’Italia, e il Lebanon Mountain trail, un percorso che si snoda sulle montagne libanesi e che negli ultimi 8 anni ha perso circa 100 km a causa di edificazione dissennata e opere di grosso impatto ambientale.

Il percorso escursionistico sarà condotto da Massimiliano Sanfilippo, responsabile tematico “Ambiente e nuove economie” per Cospe, e da Giulia Marsigli, entrambi guide ambientali escursionistiche abilitate. Un’ occasione speciale per conoscere questa meravigliosa Valle e per ricordare l’impegno di Cospe nel turismo responsabile come possibilità concreta di sviluppo sostenibile e di rilancio, in particolare per quei territori che soffrono di spopolamento e o di mancanza di opportunità economiche. L’evento rappresenta quindi anche una raccolta fondi che andrà a sostenere il “Lebanon Mountain Trail”, progetto di conservazione e sviluppo delle opportunità economiche del percorso/sentiero dei monti del Libano.

Cospe lavora a fianco delle comunità locali che abitano lungo il Lmt per rivalorizzare il patrimonio naturale, paesaggistico e culturale locale e promuovere un turismo rurale sostenibile capace di innescare nuove opportunità di crescita economica per la popolazione.

La giornata del 7 luglio prenderà avvio dopo il ritrovo alle ore 9.30 a Sesta Godano (SP). La quota di partecipazione è di 10 euro e l’iscrizione obbligatoria va fatta pervenire entro il 3 luglio alla mail massimiliano.sanfilippo@cospe.org.

La zona è dotata di varie strutture ricettive, è quindi una buona occasione per chi viene da più lontano per concedersi un week end nella natura. Un’ultima considerazione, il sentiero è bellissimo ma impegnativo, quindi è necessario essere dei discreti camminatori per effettuare tutto il percorso.

Per informazioni: Massimiliano Sanfilippo – massimiliano.sanfilippoo@cospe.org  cell. 393282030831 

di Cospe per greenreport.it