Riceviamo (condividiamo) e pubblichiamo

Istat: giovani disoccupati al 40,4%. Aduc: «Macchè!»

[31 ottobre 2013]

Torniamo sull’argomento ” giovani disoccupati “. Di nuovo i media, citando l’Istat, sparano la cifra del 40,4%. Riportiamo integralmente il comunicato dell’Istat sulla disoccupazione giovanile:

«I disoccupati tra 15 e 24 anni sono 654 mila. L’incidenza dei disoccupati di 15-24 anni sulla popolazione in questa fascia di età è pari al 10,9%, in calo di 0,2 punti percentuali rispetto ad agosto ma in crescita di 0,6 punti su base annua. Il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, ovvero la quota dei disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca, è pari al 40,4%, in aumento di 0,2 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 4,4 punti nel confronto tendenziale».

La domanda che vorremmo fare è la seguente: sono da considerarsi disoccupati gli studenti? No, risponderebbe Lapalisse. E allora perché vengono considerati disoccupati? A che pro?

 

Primo Mastrantoni, segretario Aduc