La Comunità del cibo a energie rinnovabili è in festa, per la prima volta

Appuntamento domenica 30 agosto presso il Parco delle Fumarole di Sasso Pisano (PI)

[25 agosto 2015]

comunità del cibo a energie rinnovabili 5

Musica, trekking, laboratori per bambini ma soprattutto cibo di qualità a filiera corta e prodotto con energie rinnovabili: è la 1° Festa della Comunità del Cibo a Energie Rinnovabili della Toscana che si terrà domenica 30 agosto presso il Parco delle Fumarole di Sasso Pisano (PI). L’evento è organizzato dall’omonima associazione, senza fini di lucro, di produttori agricoli che, oltre alla sostenibilità ambientale, hanno a cuore il recupero di razze e cultivar a rischio scomparsa e di ricette della tradizione locale.

Non a caso cofondatori della Comunità sono il CoSviG (Consorzio per lo Sviluppo delle Aree Geotermiche) ente a capitale pubblico che, sin dalla propria nascita, si occupa di sviluppo sostenibile del territorio e di Green Economy, e Slow Food, la nota associazione che si batte per un cibo “buono, pulito e giusto”.

Nel suggestivo spazio delle Fumarole di Sasso Pisano (PI), gentilmente messo a disposizione da Enel Green Power, i produttori della CCER, imprenditori agroalimentari convinti che un modello di produzione diverso sia possibile, faranno degustare i loro prodotti a pranzo ed a cena in uno speciale menu della festa: si partirà dal farro al pesto geotermico e dalla panzanella realizzata con il pane cotto a legna, per passare dai secondi di carne (agnello pomarancino al forno e salumi di cinta senese) e dai formaggi geotermici, per finire con i dolci di farina di castagne. Il tutto accompagnato da vini e birre sempre realizzate con l’ausilio di energie rinnovabili.

Ma non solo cibo; la giornata si aprirà alle 9 con una passeggiata guidata nel percorso del Parco delle Fumarole alla quale seguirà un aperitivo di benvenuto. Il pomeriggio sarà allietato dalla musica itinerante della New Generation Street Band e nel dopo cena la Comunità ospiterà una sfilata di moda durante la quale si esibirà il tenore Stefano Fini. Alle 16 sarà inoltre realizzato un laboratorio gastronomico per bambini.

Durante la festa sarà presente un banchetto dove i produttori saranno a disposizione per fornire informazioni sull’associazione, sulle proprie aziende e sui metodi di produzione e naturalmente su dove poter acquistare quotidianamente i prodotti.

La festa, realizzata con il supporto del Comune di Castelnuovo Val di Cecina, Enel Green Power e CoSviG, è tesa a valorizzare sempre più un progetto, la “Comunità del Cibo a Energie Rinnovabili”, che, dal 2008, sta ricevendo apprezzamenti e riconoscimenti nazionali ed internazionali, come la segnalazione tra le 10 “buone pratiche” del mondo agroalimentare che la Regione Toscana ha presentato ad Expo Milano 2015 come proprio biglietto da visita.

Queste le aziende della Comunità del Cibo a Energie Rinnovabili:

Caseificio Podere Paterno, Monterotondo M.mo (GR); Caseificio San Martino, Monterotondo M.mo (GR); Fattoria dell’Antica Filiera, Castelnuovo Val di Cecina (PI); Frantoio San Luigi, Basse di Caldana, Gavorrano (GR); La Poderina Toscana, Montegiovi, Castel del Piano (GR); Fattoria San Felo, Magliano in Toscana (GR); Panificio Fratelli Martini, Montegemoli, Pomarance (PI); Panificio Montomoli, Boccheggiano, Montieri (GR); Parvus Flos, Radicondoli (SI); Podere La Fonte, Radicondoli (SI); Azienda Agricola Serraiola, Frassine, Monterotondo M.mo (GR); Vapori di Birra, Sasso Pisano, Castelnuovo Val di Cecina (PI); Azienda Agricola Villa Magra, Santa Luce (PI); Consorzio Agnello Pomarancino, Pomarance (PI); Associazione Terre Calde di Toscana, Pomarance (PI).

di Comunità del cibo a energie rinnovabili