L’ambientalismo che piace ai bambini

A Festambiente 2014 record di presenze under 12 rispetto a tutte le edizioni passate

[22 agosto 2014]

È stata senza dubbio l’edizione che ha fatto registrare la maggiore presenza di famiglie e di bambini di sempre all’interno della festa. Un primato che valorizza ancora di più Festambiente, a maggior ragione nell’anno in cui il messaggio passato è che nonostante tutto “è bello vivere in Italia”. Sono stati oltre 10mila in 10 giorni i bambini che hanno preso parte alle attività, ai giochi e ai laboratori della Città dei bambini.

«Quest’anno la presenza massiccia di famiglie e di bambini – ha spiegato Angelo Gentili, coordinatore nazionale di Festambiente – è stata la risposta più bella che potevamo attenderci. Abbiamo lavorato per aumentare le attrazioni per bambini siamo riusciti a farlo quasi interamente con materiale riutilizzato o riciclato. Abbiamo cercato di pensare anche alle neo mamme organizzando, proprio nella Città dei Bambini, il Punto mamme dove poter allattare su comode poltrone, cambiare il bebè o soltanto riposarsi un po’».

Tra le novità che hanno registrato il maggior interesse dei piccoli visitatori c’è stato sicuramente l’EcoCampo sport, realizzato con la gomma dei pneumatici usati, dove ogni pomeriggio grazie alle scuole sportive locali (Nuova Grosseto, Asd Futura, Polisportiva Condor Grosseto, Fortis Grosseto e Scuola basket Biancorossa) i bimbi hanno potuto giocare a calcio, basket e football migliorandosi e divertendosi. Frequentata anche la Pista cross per bambini, curata da Fiab Grossetociclabile, quest’anno con percorsi nuovi e un tratto costruito con il riciclo di pneumatici usati, e le scalate sugli alberi grazie all’associazione Alberi maestri, e i laboratori dedicati all’ecologia e seguiti direttamente dagli operatori di Legambiente.

di Legambiente