Livorno, salta subito anche l’assessore all’ambiente? Il sindaco smentisce

[18 luglio 2014]

Apprendiamo da quilivorno.it che la neo giunta del sindaco di Livorno Nogarin è stata messa in discussione da Meet Up 5 Stelle Livorno (www.5stellelivorno.it) e dal Meet Up Amici di Beppe Grillo (www.meetup.com/Meetup-5-STELLE-LIVORNO), che hanno inviato una lettera al primo cittadino e ai consiglieri comunali. Se tanto ci dà tanto, dopo il caso dell’architetto Simona Corradini – eletta assessore alla Mobilità e poi silurata dopo 24 ore – è praticamente segnato anche il destino del neo assessore all’Ambiente Giovanni Gordiani che, scrivono nella lettera, «è stato candidato per le Amministrative 2014 (nella lista “Cutigliano Bene in Comune”)», e ha quindi violato il punto 9 della domanda di partecipazione alla Selezione Pubblica del regolamento dei 5 Stelle.

Nella lettera si contestano anche due altri assessori, Aurigi e Fasulo, in quanto sono “amici di Nogarin”. Dopo la lunga attesa, quindi, mezza giunta rischia già di saltare. Le ragioni a nostro avviso sono risibili, ma è chiaro che se fai un regolamento, lo sbandieri ai quattro venti, poi devi rispettarlo. La nostra critica va quindi proprio al metodo usato: il criterio dovrebbe essere solo quello della competenza e bravura del candidato. Soprattutto per assessorati chiave come quelli dell’ambiente.

Con questo noi non conosciamo Gordiani (di tempo non ce n’è stato poi molto…) ma se era il migliore e lo si è deciso dopo settimane di consultazione dei curricula, chiunque verrà al suo posto sapremo già essere uno scalino più in basso di lui. Tutte le regole sono buone se rispettano quella generale del buon senso, ma non ci pare questo il caso.

Si apprende poi in serata che il sindaco Nogarin non dà peso a questa lettera, ma le considerazioni sopra esposte restano, visto che comunque un assessore già è saltato al pronti via….