A Livorno torna la Festa dell’economia solidale, con la “Banca del tempo”

[25 agosto 2016]

economia solidale

Sabato 27 e domenica 28 agosto la pineta della Rotonda di Ardenza torna ad ospitare la quarta edizione della Festa dell’economia solidale, organizzata dal Distretto di economia solidale (Des) di Livorno in collaborazione con il Comune di Livorno e il contributo di Terra Pura e ASA. Sarà una due giorni ( dalle ore 10 alle 24) all’interno di un mercato biologico e biodinamico, con eco artigianato locale, design, riciclo, energie rinnovabili, cosmesi naturale, associazionismo, progetti di partecipazione attiva e benessere mente-corpo. Tantissime le attività gratuite proposte e dislocate in  sei zone diverse: laboratori creativi e informativi rivolti in gran parte ai bambini ma anche agli adulti, conferenze, musica, spettacoli e dimostrazioni olistiche.

Il programma della manifestazione (consultabile sul sito http://www.deslivorno.it)  e le sue finalità sono state presentate nel corso di una conferenza stampa, dove l’assessore Andrea Morini ha annunciato la presentazione del “La Banca del Tempo”, il progetto dell’amministrazione comunale volto alla realizzazione di uno strumento di scambio di attività, servizi e saperi tra persone. «Una proposta questa che inciderà sul vivere quotidiano – ha sottolineato Morini– che rientra pienamente nello spirito della Festa: un appuntamento annuale che si evolve nel tempo così come si evolve e si va sempre più sviluppando l’attenzione verso le buone pratiche  e verso una economia solidale».

La Festa dell’economia solidale sarà un’occasione di confronto attivo, caratterizzato dalla possibilità d’incontro e condivisione tra rivenditori, produttori, operatori dell’ingegno, nuovi progetti di vita eco solidale. In contemporanea la possibilità per il fruitore di conoscere e sperimentare nuove forme di relazione e benessere: banca del tempo, quartieri solidali e cohousing, ballo tradizionale di gruppo e cerchio del dono, mandala e opera collettiva per la pace, e ancora alimentazione vegan, orticoltura naturale per piccoli spazi, dimostrazioni a-perte di yoga, pilates, wushu, tai-chi, ginnastica energetica e do-in. Sarà allestito un punto ristoro bio – veg con La Casina di Alice, Un Punto Macrobiotico La Coccinella e La Pizzeria biologica Al Semaforo Verde; grande scelta e possibilità’ di assaporare quindi cibo naturale di alta qualità per sperimentare approcci diversi nel rispetto della salute e dell’ambiente, un contesto all’interno del quale si annuncia in particolare la presenza di Papaveri di mare, il primo negozio aperto a Livorno caratterizzato interamente dalla spesa alla spina: un modus operandi pensato per ridurre gli imballaggi e sprecare meno, perché si è liberi di acquistare solo la quantità di prodotto desiderata.

Tra le novità di quest’anno, un piccolo palco sotto gli alberi, dove si alterneranno, in modalità slow, durante l’ora del pranzo e della cena, quattro diverse realtà musicali locali e autoprodotte, dai differenti generi: indiefolk, canzone popolare, musiche dal mondo e jazz. Inoltre, tante le attività organizzate per i più piccoli con un’area pensata esclusivamente per i bambini, dove potranno dare libero sfogo alla creatività.