Il Mar Mediterraneo arriva a Prato

Un festival per costruire la casa comune del nostro futuro

[9 novembre 2016]

mediterraneo-prato

Il 12 Novembre il Mar Mediterraneo arriva a Prato: con “Mediterraneo Downtown” COSPE Onlus, Libera, Comune di Prato e Regione Toscana in collaborazione con l’ANCI presentano un nuovo evento dedicato ad approfondire le tematiche d’attualità che hanno come protagonista il Mediterraneo contemporaneo. Una giornata di anteprima della vera e propria prima edizione del festival, prevista per la primavera del 2017, che si svolgerà al Teatro Metastasio.

La giornata si suddividerà in tre panel dedicati ad altrettante questioni cruciali che attraversano quest’area: dalle rotte delle migrazioni e le politiche di accoglienza alla corruzione ed economia criminale, passando dalla (mancata) libertà di espressione; queste tematiche verranno trattate con i talk show: “Le giornaliste raccontano: uno sguardo al femminile sul Mediterraneo” moderato dalla giornalista Azzurra Meringolo (evento valido per i crediti giornalistici in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti della Toscana); “Quali economie per il Mediterraneo” e infine “Popoli in movimento. Le sfide dell’accoglienza” condotto da Massimo Cirri di Radio Rai 2, storica voce di Caterpillar, che ha lanciato la campagna “m’illumino di meno”.

Dalle 10 fino a sera si alterneranno scrittori, intellettuali, artisti, giornalisti, blogger, amministratori pubblici, attivisti per i diritti umani e civili, economisti provenienti dai paesi delle sponde che si affacciano sul Mar Mediterraneo. Voci che troveranno nel festival opportunità per comunicare, scambiare, elaborare insieme, ispirati dall’idea di un Mediterraneo come casa comune, una nuova visione per costruire un futuro di pace per le nostre popolazioni legate dal medesimo destino: quello del Mediterraneo come culla delle civiltà tra Oriente e Occidente, dove non c’è più un Nord e un Sud, ma uno spazio di integrazione sociale, economica e politica, ricco di scambi culturali.

Ad aprire l’evento e animare i dibattiti pubblici i rappresentanti dei promotori: Monica Barni,  Vice presidente della Regione Toscana, Matteo Biffoni, Sindaco di Prato, Don Luigi Ciotti, fondatore di Libera e Giorgio Menchini, Presidente COSPE.  Proseguiranno poi diversi interventi, tra cui quelli di Alessandra Morelli, dell’UNHCR, Giusy Nicolini, sindaca di Lampedusa, Jihad Nammour dell’associazione libanese Sakker el Dekkent, Nora Younis, giornalista egiziana caporedattrice di Almnassa online, Jaume Asens, Responsabile migranti e rifugiati della Municipalità di Barcellona. Durante la giornata sarà inoltre consegnato il premio “Un Mediterraneo di Pace” a Klaus Vogel, capitano della nave Aquarius, ispiratore e promotore di SOS Mèditerranèe, cittadini europei insieme per i salvataggi in mare. Durante l’evento ci sarà spazio anche per l’arte del documentario: alle 16 verrà proiettato “Mediterraneo La nostra frontiera liquida” di Gabriella Guido e Rosalba Ferba, con i testi di Erri De Luca, le immagini di Massimo Sestini e musiche di Giovanni Luisi. Questo documentario, prodotto da LasciateCIEntrare, FONDAZIONE ERRI DE LUCA ED Oh!pen, è un viaggio sul mondo dell’immigrazione e di quanti attraversano il mediterraneo alla ricerca di un futuro migliore. Alla visione sarà presente la registra Gabriella Guido. A cornice di “Mediterraneo Downtown” ci sarà anche un’installazione dell’artista palestinese Majdal Nateel, “If I wasn’t there”, sull’ultima guerra di Gaza vista con gli occhi dei bambini (Biblioteca Lazzerini, via Puccetti, 3, Prato,  dal 10 al 30 novembre). L’inaugurazione dell’opera si terrà l’11 novembre alle ore 12.00.

A concludere la serata sarà invece il film “Napolislam” di Ernesto Pagano, che ci condurrà alla scoperta delle storie dei napoletani e napoletane convertiti all’Islam. Alla visione del documentario si accompagnerà la presentazione dell’omonimo libro, accompagnata da letture dell’attrice Cristiana dell’Anna (che ha recitato nella seconda stagione di “Gomorra”) e dall’accompagnamento musicale di Marzouk Mejri (musicista e autore della colonna sonora di Napolislam). La presentazione sarà condotta da Karima Maoual, giornalista de La Stampa.

Alla giornata partecipano anche i tanti soggetti che continueranno il percorso di “Mediterraneo Downtown” verso la edizione 2017: i rappresentanti di Anci Toscana, le giornaliste Cecilia Dalla Negra, Debora Del Pistoia,  autrici del libro “Le rivoluzioni violate”, la cantante fiorentina Ginevra Di Marco, il direttore del Museo del Bardo di Tunisi Moncef Ben Moussa, Danilo De Biasio del Festival Dei Diritti Umani di Milano, Annalisa Marchi del Comitato Giulio Regeni di Vaiano, Ugo Magno organizzatore del Sabir Fest Messina e Catania, Nicoletta Mantovani, assessore cooperazione e relazioni internazionali del Comune di Firenze, Riccardo Noury di Amnesty International, il Centro per l’Arte contemporanea Luigi Pecci di Prato e i rappresentanti della Rete Con.ME, e della Rete italiana Human Rights Defenders.

Un’anteprima del Festival “Mediterraneo Downtown 2017” ce la regalerà anche Ginevra di Marco che, venerdì 11 novembre all’Ex Chiesa di San Giovanni (via San Giovanni, 9, Prato), in collaborazione con Fonderia Cultart, presenterà il concerto “Ginevra di Marco canta Mercedes Sosa”. Durante la serata sarà lanciato un progetto speciale che vedrà la luce nel maggio 2017 in occasione della prima edizione del Festival. (Prevendita per venerdì 11 sul circuito Box Office Toscana e on line su www.boxol.it).

 

Scopri il programma: http://bit.ly/MD_prog
Visita e condividi la pagina Mediterraneo Downtown e l’evento Mediterraneo Downtown – Il Mediterraneo arriva a Prato!
L’evento è libero e gratuito. Ma è necessario iscriversi. Fallo subito su: bit.ly/MD_iscriviti 

Sarà disponibile la traduzione simultanea italiano/inglese

Maggiori informazioni sulla pagina Facebook di Cospe.