Riceviamo e pubblichiamo

Margherita Hack, un ricordo dal Casentino

[1 luglio 2013]

Anche il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna piange la scomparsa della scienziata Margherita Hack. «Una grande perdita – ha commentato il presidente del Parco Luca Santini – non solo per il mondo scientifico, ma per tutti, se ne va con lei una grande personalità, un connubio di conoscenze e saggezza che hanno lasciato evidenti segni sul panorama nazionale e internazionali».

In molti si ricorderanno la visita di Margherita Hack  nel giugno 2005 presso il Planetario del Parco, nell’ambito della VI° edizione dello Star Party. In quella occasione, dopo la visita di rito alla struttura del Planetario, accompagnata da Luca Santini, allora sindaco di Stia,  la prof.ssa Hack si trattenne con il pubblico presentatosi numeroso all’appuntamento.

«Con la semplicità, la dialettica e la simpatia – continua il presidente – che l’hanno sempre contraddistinta, ricordo che in quella giornata parlò agli intervenuti e si sottopose con pazienza alla raffica di domande da parte dei convenuti, a conferma della sua ampia disponibilità al rapporto con il pubblico, in particolare quello più giovane».

Durante il suo intervento al Planetario affrontò numerosi temi tra cui quello della ricerca di pianeti in altri sistemi solari, della possibilità dell’esistenza di forme di vita nel sistema solare, in particolare su Marte e Titano, il più grande satellite di Saturno, e delle ultime ricerche nell’ambito dello studio della formazione e della evoluzione delle stelle, sua grande passione.

Si dedicava infatti ad incontri e conferenze per «diffondere la conoscenza dell’astronomia e una mentalità scientifica e razionale».

di Ente parco nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna