Non c’è gusto senza giustizia: arriva in Italia MakeChocolate Fair!

[22 settembre 2014]

Il 27 settembre COSPE dà il benvenuto a Pesaro alla campagna europea MakeChocolate Fair! (MCF!), che vuole mobilizzare i cittadini affinché diventino più attivi nella lotta per migliorare le condizioni nel settore industriale del cioccolato.

La commercializzazione mondiale del cacao e del cioccolato è in mano a pochissime imprese multinazionali quali Mars, Nestlè, Mondelez, Ferrero, Lindt che traggono dei profitti altissimi. Dietro ad un prodotto come il cioccolato infatti si nascondono amare verità: circa il 20 milioni di persone nel sud del mondo dipendono direttamente dalla coltivazione del cacao, con condizioni di lavoro inumane e per violazioni dei diritti umani nelle piantagioni di cacao; da un lato ci sono milioni di contadini del cioccolato che lottano per la sopravvivenza. Dall’altro lato ci sono i consumatori, che comperano il cioccolato in quantità sempre maggiori, sentendosi indifesi o incapaci di operare qualsiasi cambiamento.

Proprio come COSPE, molte organizzazioni in tutta Europa e nei paesi produttori di cacao supportano MakeChocolate Fair! e sono coinvolti in molte attività della campagna: raccolgono le firme, organizzano eventi e diffondono le richieste e i messaggi della campagna. Un ChocoMobilesta già promuovendo la campagna tramite un tour attraverso l’Europa, che farà per l’appunto tappa a Pesaro, ed organizzando diverse giornate d’azione ed un tour degli agricoltori di cioccolato africani nei luoghi pubblici, nelle zone pedonali e nei festival.

La campagna MCF!, attiva in ben 16 paesi europei, promuove una raccolte firme per la petizione, che chiede alle imprese di assumere le loro responsabilità, rivedendo gli standard sociali e ecologici nella loro produzione di cioccolato. Attraverso la petizione si vorrebbe garantire un pagamento equo agli agricoltori del cacao, migliorare le capacità degli agricoltori del cacao di attuare l’agricoltura sostenibile e diversificata, nonché  rispettare i diritti umani e del lavoro lungo tutta la catena dell’indotto del cacao e opporsi allo sfruttamento del lavoro minorile.

Clicca qui per maggiori informazioni

Cospe