È online SuSY, la mappa interattiva delle esperienze di economia sociale e solidale

[23 giugno 2017]

Orti urbani, comunità di produttori e consumatori, sistemi locali di scambio, laboratori di riparazione e riciclo, sono solo alcuni degli esempi delle sempre più diffuse iniziative di economia sociale e solidale. La nuova mappa “SuSY” vi mostra i differenti approcci di un’economia alternativa presenti in Europa. Imprese autogestite, lavoratori che decidono democraticamente con l’obiettivo di migliorare la qualità di vita per tutte e tutti, sono alcuni dei principi fondamentali ispiratori della mappa SuSY.

«Queste alternative reali al modello economico mainstream sono aumentate nel corso degli ultimi anni, diversificandosi sempre più e diventando maggiormente fruibili per tutti. L’obiettivo di questo lavoro è introdurre, raccogliere e connettere modelli di esperienze locali potenzialmente riproducibili», come spiega Alberto Zoratti – responsabile Economia e lavoro di Cospe – raccontando l’idea della mappatura.

Più di 500 iniziative sono già state inserite nella SuSY Map, oltre 160 sono basate in Italia, fra le regioni Emilia-Romagna, Toscana, Puglia e Veneto. 26 organizzazioni provenienti da 23 Paesi hanno lavorato per circa 3 anni al progetto SuSY per mettere in rete le realtà locali di ben 55 territori in Europa.

«La mappatura realizzata è un importante punto di partenza per facilitare gli scambi delle attività territoriali, mostrando come modelli alternativi di economia possono articolarsi e funzionare, contribuendo ad un’innovazione sociale. Continueremo ad aggiungere le esperienze anche in altre regioni italiane, raccogliendo le segnalazioni che ci arriveranno» –  sottolinea Marirosa Iannelli, responsabile dell’attività di mappatura di Cospe.

Secondo Josef Kreitmayer di TransforMap (un aggregatore di mappature internazionali) il «nostro obiettivo è stato quello di creare una mappatura europea grazie proprio alle persone coinvolte nelle attività di economia sociale e solidale». La TransforMap è un sistema che opera con il software open source di Open Street Map e la tecnologia Wikipedia. Le varie iniziative di economia sociale e solidale, sono organizzate secondo aree tematiche: scegliendo tra 120 parole chiave, gli utenti possono visualizzare la selezione desiderata.

Contatti: Cospe Onlus, info@solidarityeconomy.eu

di Cospe per greenreport.it