Percorsi di conversione ecologica sulla rotta mediterranea: il punto a Melpignano

[26 ottobre 2017]

Cosa si intende per conversione ecologica? Che impatti ha sulla nostra vita? Come la si può intendere oggi alla luce della sfida dei cambiamenti climatici e del collasso dell’attuale sistema economico?

Il 3 e il 4 novembre, a Melpignano, il comune verde in provincia di Lecce, alla Casa del Turista (ex Tabacchificio – via Roma), si terrà l’incontro “La terra, il mare e le persone: percorsi di conversione ecologica sulla rotta mediterranea”, un’occasione per parlare di questo fenomeno, delle sue declinazioni e della sua attualità. Un evento organizzato nell’ambito del progetto europeo SEDASS (Social & Solidarity Economy as Development Approach for Sustainability) e con il patrocinio del Comune di Melpignano.

L’obiettivo della manifestazione è quello di riflettere con i tanti attori nei territori che si affacciano sul mare Adriatico e impegnati nei processi di cambiamento, dei modi di produrre, distribuire, consumare il cibo e l’energia, del modo di spostarsi e viaggiare, e degli stili di vita che li determinano e che ne sono a loro volta determinati. Ma sarà anche fondamentale per ampliare e consolidare una rete di collaborazione e di scambio, identificare terreni di iniziativa comune, e strumenti in grado di sostenerla in modo efficace e continuativo.

Tre le sessioni, articolate durante i due giorni, come promesso dal titolo: la prima dedicata alla terra con interventi di associazioni e aziende che si dedicano alla pratica e alla sensibilizzazione in campo agro ecologico, e turismo sostenibile. Una seconda rivolta al mare, ai porti e alla pesca sostenibile e artigianale e, infine, le persone, i sogni e le utopie che stanno dietro l’idea della conversione ecologica, a partire da Alex Langer, che sarà ricordato con un omaggio in musica e versi.

Durante la seconda giornata sarà proiettato anche il video: “L’Economia cambia, cambia l’economia. Viaggio intorno al mondo alla scoperta di buone pratiche di Economia Sociale e Solidale” a cura del progetto SEDASS (sabato 4 novembre, ore 13.00) e a chiusura della manifestazione festa con il gruppo musicale Fonarà (dalle ore 21 in Piazza San Giorgio), a cura di Roberto Molle ed il Consorzio autori del Mediterraneo.

Tra gli ospiti: Giovanni B. Girolomoni, Cooperativa Agricola G. Girolomoni, Isola del Piano (PU), Donato Nuzzo, Casa delle Agriculture “Tullia e Gino” di Castiglione d’Otranto, Paola Zappaterra, Cooperativa Arvaia, Bologna, Francesca Casaluci, Salento Km0, Manuela Cozzi, Porta dei Parchi – Anversa degli Abruzzi,  Edvige Ricci, Mila Donnambiente, Pescara, Massimo Luciani, ANCI Abruzzo, Stella Beghini, Associazione Veneta, Stefania Sergimpietri, Donne in Campo Pescara/Abruzzo, Valentina Gagic, Adopt S, Maria Rapini, Marevivo, Giovanni Damiani, EcoIstituto Abruzzo: SOS Adriatico, Antonio Errico, Magna Grecia Mare: Il Porto Museo di Tricase, Rita Miglietta, Assessore alle Politiche Urbanistiche, Comune di Lecce: “Lecce è il suo mare”, Alessandro Cicolella, Direttore Riserva Naturale dello Stato e Area Marina Protetta di Torre, Giorgio Menchini, COSPE onlus, Mauro Bozzetti, Lupus in Fabula, Pesaro.

Il convegno chiude la prima parte di un percorso avviato oltre un anno fa ad Isola del Piano (Pesaro -Urbino) da COSPE onlus, Fondazione Langer, Fondazione Girolomoni, cui via via si sono aggiunte una molteplicità di associazioni ed istituzioni regionali e locali, e che è proseguito con successivi appuntamenti a Pescara e Trieste.

Il programma completo qui: http://bit.ly/2yHvZhQ

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/1802897266416604/

di Cospe per greenreport.it