Polis, “Agorà 2013”: green cities, ricerca e sostenibilità in scena a Siena

[24 settembre 2013]

Il Polo di innovazione toscano delle tecnologie per la città sostenibile (Polis), ha scelto Siena per il suo evento annuale “Agorà 2013”. Nei giorni di giovedì 26 e venerdì 27 settembre al complesso universitario San Niccolò (via Roma 56), si terranno incontri, seminari e dibattiti su mobilità, beni culturali ed edilizia sostenibile per capire quale può essere la risposta toscana alle nuove città intelligenti.

«Polis riunisce le competenze della ricerca e della produzione della Toscana, che operano in sinergia per lo sviluppo di progetti di ricerca ed azioni di trasferimento tecnologico, rivolte a promuovere una crescita sostenibile del territorio», ha spiegato Marco Bellandi, presidente della Fondazione per la Ricerca e l’Innovazione, «Agorà 2013 è un momento di incontro e di riflessione, svolto con le imprese ed i centri di ricerca del Polo, sui temi dello sviluppo e della sostenibilità».

Turismo culturale, città sostenibile e logistica urbana, museo e territorio, innovazione sociale, start up e green cities saranno i temi all’ordine del giorno: «Agorà 2013 è un momento importante di incontro e discussione tra aziende, mondo della ricerca ed enti territoriali per far emergere nuovi modelli di sviluppo basati sulla valorizzazione del territorio e il suo patrimonio storico/culturale attraverso le moderne tecnologie», ha sottolineato Giuliano Benelli, rappresentante dell’Università di Siena in Polis. «La manifestazione intende inoltre porre l’attenzione sull’importanza del capitale creativo come motore di sviluppo di un territorio».

Polis è finanziato nel quadro del Por Fesr Toscana 2007-2013 e Par Fas 2007-2013, è promosso da un partenariato di oltre 600 soggetti aggregati tra imprese, organismi di ricerca, università e centri di servizi toscani e vede come capofila la Fondazione per la Ricerca e l’Innovazione. Tra i partner anche Apea.

«Avere a Siena questo evento è una grande responsabilità, ma anche un’opportunità per le aziende del territorio e per le start up», ha dichiarato il presidente di Apea, Alessandro Fabbrini. «Basti pensare che ben due appuntamenti di Agorà saranno dedicati alle nuove imprese: Il pomeriggio delle start up in cui esporranno i ragazzi che hanno partecipato al Terre di Siena Creative e Spaghetti Start Up, nuove imprese che fanno crescere il territorio».

Agorà 2013 è un evento organizzato da Fondazione per la ricerca e l’innovazione, Apea Siena Srl, Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione e Scienze Matematiche dell’Università degli Studi di Siena, Consiglio nazionale della Ricerca, Università di Pisa, Innovazione Industriale Tramite Trasferimento Tecnologico – I2T3 Onlus, PIN SCRL e Lucense SCPA in collaborazione con il progetto europeo Med Grasp, Terre di Siena Creative, Siena Capitale Europea 2019 e Dorothy. Il programma prevede:

per Giovedì 26 settembre, la sessione di approfondimento su Smart Specialization strategy, nuova generazione di ricerca e innovazione a cura di Pierluigi Sacco, direttore della candidatura di Siena a capitale Europea della Cultura 2019, mentre alle 11 sarà la volta di Turismo Culturale, la narrazione del territorio cura di Bto Educational in cui saranno presentate esperienze e tecnologie per la valorizzazione turistica di un territorio e delle sue attività. Nel pomeriggio, invece, sarà la volta di Museo è territorio, territorio è museo: strategie di musealizzazione Ict nell’era dello storytelling a cura di Luigi Maria Di Corato della Fondazione Musei Senesi. In parallelo, Città sostenibile e logistica urbana: progetto Dorothy a cura di Marco Scerbo, della Fondazione Ricerca e Innovazione dell’Università di Firenze.

Venerdì 27 settembre, apre la giornata Spaghetti start up: nuove imprese che fanno crescere il territorio, a cura di Alessio Bucciarelli di Apea Siena Srl; segue Smart Green Cities, dibattito moderato da Marco Sala, responsabile scientifico di Abitare Mediterraneo. Si parla anche di Innovazione sociale e patrimonio con Patrizia Marti, del Network Humus dell’Università di Siena. Chiude la sessione Il pomeriggio delle start up, dedicato ai vincitori di Terre di Siena Creative; inoltre Mirko Lalli di Clouditalia, in collaborazione con il master in comunicazione d’impresa dell’Università di Siena parlerà di marketing non convenzionale allenando i creative ad una presentazione pubblica dei loro progetti che chiuderà l’evento.