Premio Ermo Colle 2013 allo spettacolo “L’Eremita Contemporaneo – Made in Ilva”

La compagnia bolognese di teatro sperimentale, già protagonista di un suggestivo racconto sulle pagine di greenreport, colleziona un altro importante riconoscimento

[21 agosto 2013]

La loro straordinaria esperienza a Teheran l’abbiamo raccolta e proposta qui, in uno spazio di cinque puntate dedicato al viaggio dellacompagnia bolognese di teatro sperimentale Instabili Vaganti, raccontato dall’attore Nicola Pianzola, laggiù con i suoi compagni in Iran proprio per raccontare l’Ilva di Taranto.

Lo spettacolo si chiama “L’Eremita Contemporaneo” ed è nato da un lungo e approfondito lavoro di ricerca, con interviste agli operai che lavorano nella fabbrica tristemente nota per i morti sul lavoro e i danni ambientali. Uno spettacolo che sin dal suo debutto si è fatto notare, e che ha già raccolto numerosi riconoscimenti, l’ultimo dei quali è il Premio Ermo Colle Palio poetico musicale.

La giuria, composta da Luigi Allegri, Mauro Casappa, Valeria Ottolenghi, Stefania Provinciali, Daniela Rossi ha assegnato il Premio della critica allo spettacolo L’Eremita contemporaneo – MADE IN ILVA, rappresentato il 10 agosto 2013 alla Corte di Giarola di Collecchio (PR) nell’ambito del festival Ermo Colle 13.

La compagnia ha raccolto informazioni e suggestioni nell’arco di questi ultimi tre anni che hanno portato alla creazione dello spettacolo. L’Eremita contemporaneo – MADE IN ILVA, già considerato espressione di  nuova metodologia di lavoro, definita dalla critica “Biomeccanica contemporanea”, è riuscito ad inventare una forma di teatro civile differente da quella basata sulla narrazione del testo, caratterizzata da un approccio fisico ed estremamente emotivo. Un metodo capace di trasformare dati, informazioni, notizie in azioni fisiche, partiture ritmiche, musicali, sperimentazioni vocali, video ed effetti visivi, capaci di coinvolgere il pubblico in prima persona attraverso un’empatia cinetica e sensoriale.

Rappresentato in quasi tutta Italia, nel nord Europa e in Iran, L’eremita contemporaneo si pone ora di fronte alla sfida più grande: arrivare in Puglia e in particolare a Taranto, città natale della regista, luogo in cui paradossalmente lo spettacolo non è ancora stato rappresentato.

La giuria del Premio Durante la serata di premiazione del 13 agosto 2013 al Parco dei Barboj di Lesignano (PR) Luigi Allegri ha consegnato il premio ad Anna Dora Dorno e Nicola Pianzola leggendo le motivazioni della giuria:

Spettacolo davvero straordinario, limpido, intenso fino alla commozione. Eccelsa la qualità di tutto l’allestimento, una recitazione superba, un testo essenziale, di estrema efficacia, poche frasi ripetute in una cornice finto favolistica, un rigore, una tensione fisica ed emotiva che ha saputo incantare, magnifico Nicola Pianzola nel riuscire a trasmettere, concretamente ma in forma quasi astratta, muovendosi dentro/ fuori una sorta di trespolo, di gabbia di ferro, quel disorientamento di fatica, di malattia e ossessione nati all’Ilva di Taranto. Spettacolo assolutamente indimenticabile. 

Lo spettacolo, diretto da Anna Dora Dorno e interpretato da Nicola Pianzola, con l’esecuzione musicale dal vivo di Alessandro Petrillo è stato recentemente premiato al festival di resistenza Museo Cervi ed ha vinto già diversi premi in Italia e un premio speciale come miglior spettacolo della sezione internazionale all’IIFUT International Festival di Tehran, in Iran.

foto di Francesca Pianzola