Riceviamo e pubblichiamo

Referendum costituzionale, l’appello dal mondo dei servizi pubblici locali della Toscana

[14 ottobre 2016]

cispel-toscana

«La Toscana dei servizi pubblici locali condivide l’impianto della Riforma costituzionale voluta dal Parlamento, che porterà anche i settori di nostro interesse ad essere regolati da una pubblica amministrazione di qualità. Le imprese italiane hanno bisogno di uno Stato semplice, chiaro, rapido, funzionante. La competizione internazionale obbliga tutti noi a decisioni rapide, a cambiamenti, ad adattamenti. Per fare questo occorre una burocrazia ed una amministrazione sempre più efficiente e tempestiva, a tutti i livelli, europeo, nazionale, locale. Lentezze e inutili complicazioni burocratiche sono uno dei principali fattori di ritardo e arretratezza dell’economia italiana: troppe leggi, troppi enti, troppo lenti». Alfredo De Girolamo, presidente di Confservizi Cispel Toscana, commenta così l’iniziativa di amministratori di imprese, studiosi e professionisti impegnati nel settore dell’economia e delle utilities che hanno firmato un Appello per il Sì al Referendum Costituzionale.

«Le complicazioni derivanti dalla macchinosa burocrazia italiana – prosegue De Girolamo – sono ancora più evidenti nei settori regolati come l’acqua, l’energia, i rifiuti e i trasporti, in cui le imprese lavorano in contesti regolati da leggi ed enti pubblici, ed è assolutamente necessaria una pubblica amministrazione tempestiva».

Una Riforma che prevede un esecutivo che governa sulla base di un esito elettorale certo, un solo ramo del Parlamento che legifera, una più netta distinzione fra competenze regionali e nazionali. Inoltre, occorre ridurre il numero di leggi e legiferare meglio, occorrono istituzioni locali (Comuni, Regioni) più grandi e funzionanti, Autorità di regolazione indipendenti ed efficienti.

«È importante votare Sì al referendum non solo per confermare le decisioni assunte dal Parlamento dopo una lunga discussione democratica, ma anche per avviare e quindi proseguire – conclude De Girolamo – una stagione di riforme che deve toccare tutti i punti della amministrazione e della regolazione dei mercati, per rendere l’Italia più competitiva e superare il differenziale che oggi ci distanzia dai Paesi europei più avanzati».

L’appello è aperto alle adesioni, e può essere sottoscritto inviando una mail all’indirizzo splxilsi@email.it.

di Confservizi Cispel Toscana

Di seguito l’elenco delle prime adesioni:

ABBAGNALE Massimo (Avvocato, vicepresidente Toscana Energia); AGOSTINELLI Alessandro (Esperto in comunicazione ambientale); ALBI Pasqualino (Avvocato, docente diritto del lavoro Università di Pisa); ARMANI Fabio (Presidente Farmacie Comunali Pisa); BANI Lorenzo (Presidente Apes Pisa); BERTELLONI Francesco (Responsabile commerciale Ambiente SC); BIMBI Luigi (Avvocato – Pisa); BINAGLIA Federico (Project Manager ANCI Innovazione); BONAGIUSA Marzia (Avvocato – Firenze); BULGARELLI Elisabetta (Responsabile formazione finanziata Ti Forma); CANOVAI Alessandro (Presidente Revet); CARROZZA Paolo (Avvocato e docente di diritto costituzionale Università di Pisa); CERONI Claudio (Presidente Aquaser – Grosseto); CERRI Fabrizio (Presidente Pisamo); CHIESI Federico (Presidente Sicrea, esperto in comunicazione ambientale); DE GIROLAMO Alfredo (Presidente Confservizi Cispel Toscana); DEI Bruno (Amministratore Bompani Audit Srl); DEL NISTA Fabio (Presidente Asa Livorno); DI ZANNI Antonio (Presidente Copit Pistoia); DINDALINI Massimiliano (Consigliere Tiemme – Arezzo); FABBRINI Michelangelo (Esperto in cooperazione internazionale); FARNETANI Riccardo (Avvocato – Empoli); FONTANA Fabiola (Avvocato – Firenze); GALLI Oscar (Consigliere Geofor Pontedera); GATTESCHI Sergio (Presidente Firenze Energia); GIANI Francesco (Avvocato – Firenze); GIANNOTTI Livio (Direttore Generale Quadrifoglio); GORDIANI Giovanni (Docente Eurethics Training Academy Bruxelles); GORI Giuseppe (Presidente CAP Prato); GRAZZINI Luciano (Direttore Audit Busitalia-Gruppo FS); GUELFI Carlo (Commercialista – Pisa); IACOMELLI Aldo (Ingegnere ambientale); LANDI Emilio (Presidente Acquedotto del Fiora – Grosseto/Siena); LAZZARINI Nadia (Commercialista – Firenze); LISI Iacopo (Commercialista – Firenze); LOVADINA Federico (Avvocato, presidente Toscana Energia); MACCHIONI Marco (Vicepresidente Tiemme – Piombino); MARCONCINI Paolo (Presidente Geofor Pontedera); MAZZEI Alessandro (Esperto di servizi pubblici locali); MORETTI Giorgio (Presidente Quadrifoglio); NALDONI Sara (Architetto, esperta Smart City); NANNINI Paolo (Presidente Nuove Acque – Arezzo); NARDI Gianmaria (Consulente di sostenibilità ambientale – Massa Carrara); NERI Mirko (Amministratore delegato Ti Forma); PAGLIOCCA Robert (Presidente Programma Ambiente, PERUGINI Marisa (Dirigente Tiemme – Siena); PETRETTO Alessandro (Docente economia pubblica Università di Firenze); PIAZZI Alessandro (Amministratore delegato Estra Spa); PINORI Valentina (Avvocato, consigliere Geofor – Pontedera); POLI Alessio (Presidente Farcom Pistoia); POZZOLI Stefano (Commercialista e docente di Valutazione d’Azienda e di Economia delle Aziende Pubbliche Università di Napoli); REGINI Paolo (Presidente Publiambiente – Empoli/Pistoia); RIGHI Francesca (Responsabile formazione interaziendale Ti Forma); SARDU Giuseppe (Presidente Acque – Pisa/Empoli); SARTINI Simone (Commercialista – Viareggio); SBANDATI Andrea (Direttore Confservizi Cispel Toscana); SCARAFIOCCA Germano (Avvocato – Pisa); SERI Maurizio (Presidente LFI – Arezzo); SIMIANI Marco (Consigliere Tiemme – Grosseto); TALLURI Luca (Presidente Casa – Firenze); TAPPARINI Gianluca (Presidente Asm Prato); TIBERI Tiberio (Imprenditore – Grosseto); VANNONI Filippo (Presidente Publiacqua); ZINGONI Sergio (Consigliere delegato Farmacie Fiorentine AFAM)