“Shine!” E la notte si illumina di ricerca

Il prossimo 27 settembre eventi in tutta la Toscana per la notte europea dei ricercatori

[10 luglio 2013]

Torna la Notte dei ricercatori: in tutta Europa, per una notte, si festeggiano i ricercatori. Per questa iniziativa promossa dalla Commissione Europea in contemporanea europea per il prossimo venerdì 27 settembre, anche tutta la Toscana sarà coinvolta grazie a SHINE! (Scientists are Humans: Interactive Night of Entertainment!) con eventi che si svolgeranno in tutte le città capoluogo.

Come sottolinea il Rettore dell’Università di Pisa, Massimo Augello: «Per il secondo anno consecutivo l’Università di Pisa coordinerà le iniziative di SHINE! 2013, La Notte dei ricercatori in Toscana, contribuendo a realizzare una serie di eventi che interesseranno diverse città del nostro territorio. Il progetto presentato dall’Ateneo, che fa parte dei 40 selezionati dall’Unione Europea, è arrivato al secondo posto tra i sette scelti in tutta Italia. Questa manifestazione ci permette di far conoscere ai cittadini le attività di ricerca che si svolgono negli atenei, di ‘toccare con mano’ l’impegno e la passione che ci sono all’interno del nostro mondo».

Il progetto ha ottenuto un finanziamento di 75 mila euro dalla Commissione Europea nell’ambito del programma internazionale “Marie Curie”. Mentre la Regione Toscana, che ha promosso il progetto, ha garantito un ulteriore finanziamento di 30 mila euro.

Per la vicepresidente della Regione Toscana, Stella Targetti, «di innovazione si parla tanto, ma in pochi la fanno davvero. Tra loro ci sono sicuramente i ricercatori che – con grande dedizione e professionalità, molto spesso con un riconoscimento economico e sociale non adeguato – lavorano ogni giorno per fare arrivare la nostra società più lontano di dove pensiamo di poterla portare oggi».

«È per questo – ha aggiunto Targetti – che negli ultimi due anni, la Regione Toscana ha finanziato 220 dottorati e 200 assegni di ricerca: perché l’innovazione si muove sulle gambe di persone in carne e ossa. Questa Notte è l’occasione per conoscerle e conoscere da vicino i loro studi, che tra qualche anno potrebbero cambiare aspetti importanti della vita quotidiana di tutti noi».

La Notte dei Ricercatori, giunta quest’anno alla sua nona edizione, secondo il prorettore dell’Università di Firenze, Carlo Sorrentino «è una bella occasione per raccontare ai toscani qual è la vita quotidiana dei ricercatori, da dove nasce e cosa muove la passione per la ricerca; ma soprattutto è l’occasione per spiegare perché la ricerca è una leva strategica per l’innovazione e la crescita del Paese. Spiegare ciò che facciamo e come lo facciamo non è soltanto utile, ma anche doveroso per chi gestisce – come nel caso dei nostri atenei – risorse pubbliche».

I ricercatori dell’Università di Pisa, Università di Firenze e Università di Siena animeranno una serata speciale tra dimostrazioni, caffè scientifici, dibattiti, laboratori, sorprese e occasioni di divertimento e di approfondimento. L’obiettivo della Notte sarà mostrare che i ricercatori sono più vicini di quanto pensiamo, i risultati del loro lavoro sono in mezzo a noi, migliorando molti aspetti della nostra vita privata e sociale.

Inoltre, come ricorda il prorettore dell’Università di Siena, Francesco Frati «partendo dall’entusiasmo dei giovani ricercatori per le loro ricerche vogliamo sottolineare il ruolo fondamentale che i risultati delle ricerche scientifiche hanno sempre giocato per il miglioramento della qualità della vita nella nostra società. Perciò l’intera Regione sarà coinvolta in quello che vuole essere un grande evento di arricchimento culturale attraverso iniziative divertenti e accattivanti».

Tra i formati previsti quest’anno “SHINE Talk”: Talk show con interviste ai ricercatori in cui si discute di scienza con un linguaggio adatto al grande pubblico; “Science Tasting”: presentazioni di temi di ricerca in un clima informale e conviviale; “Conosci i ricercatori”: esposizioni con stand dimostrativi in cui conoscere i ricercatori, e soprattutto toccare con mano la ricerca. I visitatori saranno protagonisti e spettatori di numerose attività interattive e di intrattenimento.

Il Prof. Giuseppe Iannaccone, coordinatore dell’evento, illustra la formula: «SHINE! sarà un evento diffuso in tutta la Toscana: Non concentreremo le iniziative in un unico luogo, ma i ricercatori e la ricerca si sposteranno il più vicino possibile ai cittadini. Avremo attività nelle principali città toscane, con attenzione speciale ai giovani adulti e alle famiglie, attraverso formule del gioco e dell’intrattenimento, come si conviene a un venerdì sera. L’opinione pubblica si forma non solo attraverso i mezzi di comunicazione, ma anche attraverso eventi di questo tipo, in cui ricercatori e cittadini tutti si incontrano senza mediazioni».

già aperto il concorso “Descrivi la Scienza” diviso in due sezioni: “Diventa giornalista per un giorno” e “Crea il Poster della Notte”. Questo concorso ha l’obiettivo di stimolare la creatività e coinvolgere attivamente e creativamente il grande pubblico per rappresentare con un video, un articolo, una fotografia o un’immagine, l’immagine del lavoro del ricercatore e del suo mondo.

Il progetto della Notte dei Ricercatori 2013 ha ricevuto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e il Patrocinio del Ministero degli Affari Esteri. Il programma completo è disponibile sul sito http://www.ricercatori.eu/