Sienambiente lancia il concorso “Sulle tracce di chi spreca”, protagonisti gli studenti

[20 gennaio 2016]

SULLE TRACCE DI CHI SPRECA sienambiente

Per contribuire a salvare il Pianeta è necessario ridurre gli sprechi, risparmiare energia e prediligere le buone pratiche: tutti possono fare la loro parte. Nasce da queste premesse il concorso “Sulle tracce di chi spreca” promosso da Sienambiente per sensibilizzare gli studenti delle scuole medie secondarie di primo grado della Provincia di Siena sui temi ambientali, visti in prospettiva locale e globale, e per promuovere nel concreto un’analisi delle abitudini quotidiane, sia a scuola che in famiglia. Supportati da una serie di esempi pratici illustrati in specifici strumenti didattici, nei laboratori in classe e nei “video tutorial” scaricabili dal profilo youtube di Sienambiente, agli alunni viene chiesto di realizzare una vera e propria indagine finalizzata a rilevare i comportamenti virtuosi, o al contrario, evidenziare quelli sbagliati e dannosi per l’ambiente.

Il concorso prevede un percorso suddiviso in due tappe: un momento formativo e uno operativo. Durante la prima tappa del percorso, verrà approfondita la conoscenza e lo studio dei materiali proposti; nella seconda, invece, i ragazzi dovranno mettere alla prova la loro creatività, scegliendo ogni mezzo espressivo, dal racconto all’inchiesta, dal video al disegno, per illustrare i temi del Concorso.

Gli argomenti sui quali spaziare sono tre: rifiuti/riciclo, energia e smart city. Gli studenti dovranno realizzare un elaborato scritto, una presentazione multimediale, un’esperienza di laboratorio, una piattaforma informatica o un video, esperienze che trasformeranno gli alunni in piccoli scrittori, illustratori, video-makers e altro, alla scoperta di tutti i vantaggi del riciclo, del risparmio energetico e della diffusione delle smart city.

Per consultare i materiali, i dieci Istituti comprensivi che partecipano al concorso, possono accedere alla piattaforma web a loro dedicata con un semplice click. Oltre alle sezione web, rimane comunque fondamentale anche il contatto diretto con gli studenti che si concretizzerà nei laboratori in classe.

Per il presidente di Sienambiente Fabrizio Vigni, il concorso è uno strumento fondamentale per far crescere nei ragazzi la consapevolezza ambientale e far comprendere che, oggi, la priorità è quella di fare meglio e di più con meno. «Con il concorso “Sulle tracce di chi spreca” – spiega Vigni – Sienambiente intende sensibilizzare le nuove generazioni verso i concetti di sostenibilità e risparmio delle risorse naturali, introducendo inoltre il tema più ampio delle smart city e dell’economia circolare. Anche con piccole azioni, o cambiando alcune abitudini quotidiane, è possibile dare una mano alla riduzione degli sprechi, e di conseguenza contribuire alla tutela dell’ambiente. Si tratta di un percorso che abbiamo voluto impostare in modo tale che i veri protagonisti dell’indagine e dei racconti proposti siano gli stessi ragazzi».

A conclusione del concorso, le scuole che hanno prodotto i lavori migliori saranno ospitate all’Open day nella Casa dell’Ambiente, l’iniziativa di Sienambiente dedicata all’educazione e all’innovazione ambientale, che si terrà nella primavera 2016. Hanno contribuito alla realizzazione del progetto, dei video e dei materiali per gli studenti, Legambiente Siena, Revet e Coreve.

di Sienambiente