Su il sipario per Green Island 2014

[9 aprile 2014]

Inaugurata nell’atrio della Stazione Garibaldi a Milano la prima mostra fotografica in Italia dedicata al grande paesaggista olandese Piet Oudolf con scatti realizzati dal fotografo e giardiniere Alberto Callari. Si tratta della prima tappa del programma culturale GREEN ISLAND 2014 ‘LANDSCAPING. Dutch Design for a new city garden’.

«Un progetto – ha dichiarato Claudia Zanfi ideatrice e curatrice del programma– che da ben dodici anni è impegnato nella valorizzazione dello spazio pubblico e al quale hanno aderito oltre cento realtà tra istituzioni pubbliche e private. Nasce come momento di riflessione e di capacità progettuale su temi urgenti, e oggi di grande attualità, quali sostenibilità, verde urbano e paesaggio. In questa edizione abbiamo invitato botanici, designer, paesaggisti, tra cui il noto autore della High Line di NYC Piet Oudolf, a realizzare un nuovo concetto di giardino urbano».

Chi ha partecipato all’inaugurazione ha potuto ammirare le originali e poetiche sedie di design realizzate appositamente per l’Atrio della Stazione Garibaldi dal designer olandese Floris Wubben (NL), con l’utilizzo di rami e tronchi d’albero e ha potuto vedere dal vivo un esempio di verde urbano realizzato con graminacee a bassa manutenzione: le aiuole di corso Como ripiantumate per l’occasione a cura del gruppo Atelier del Paesaggio in collaborazione con i vivai “Oltre il Giardino”.

Green Island è un laboratorio territoriale, primo progetto culturale nello spazio pubblico del quartiere Isola che si sviluppa tra piccole botteghe artigiane di fabbri, falegnami, liutai e studi di creativi. GREEN ISLAND da oltre 12 anni realizza produzioni di progetti ed eventi con forte valenza culturale e sociale. Laboratori artistici, artigianali e commerciali vengono messi in rete da un percorso che stimoli il rispetto dell’ambiente, l’appartenenza alla comunità, la scoperta di una città accogliente e proposte culinarie a chilometro zero.

A Green Island ad oggi hanno partecipato oltre 150 tra artisti, designer, paesaggisti, oltre a prestigiosi partners privati e istituzionali come Centro Stazioni, Museo Alessi, Politecnico di Milano, Provincia di Milano, Comune di Milano Settore Verde, Legambiente e molti altri.