La società greca nella bufera della crisi finisce…in mostra

[26 maggio 2014]

La Grecia sta vivendo il suo sesto anno di crisi economica, il paese si è trovato nel pieno di una bufera che lo ha cambiato completamente. Anche se gli indicatori economici degli ultimi mesi sembrano indicare che “il peggio è passato”, per ora niente è cambiato per la popolazione e fare previsioni può essere solo un azzardo. Non bastano certamente l’aumento di qualche punto percentuale del Prodotto Nazionale Lordo o il “rientro nel mercato” dei titoli di stato greci a sanare le ferite che la crisi ha inferto alla popolazione.

I greci ormai da anni debbono convivere con problemi reali come l’altissima disoccupazione, la decurtazione del 40% dei salari e stipendi, un sistema sanitario allo sfascio, una scuola pubblica senza soldi e senza mezzi che stenta a sopravvivere, un decadimento generale della società.

Certo questa catastrofe e la politica economica che l’ha accentuata non sono state accettate senza reazione dalla popolazione, la protesta è stata larga ed estesa, continua ancora anche se forse in maniera un po’ più disincantata.

Più la crisi procedeva, più alla protesta si è associata la solidarietà: molti, moltissimi cittadini hanno aderito spontaneamente a una miriade di organizzazioni che distribuiscono cibo e vestiario, organizzano mercati equi e solidali, distribuzione di farmaci e visite mediche gratuite, doposcuola per bambini, attività ricreative e culturali per le famiglie non hanno più reddito, per centinaia di migliaia di greci che per la povertà sono rimasti senza energia elettrica, per i senzatetto che hanno perso tutto. Anche se solo un cambio di rotta politica potrà cercare di affrontare questa situazione d’emergenza, per ora solo la solidarietà cerca di supplire a questo cambiamento che non sembra arrivare.

Dalla crisi greca è questo il segnale più umano e positivo che ne è scaturito, e sostenerlo non è certo retorica.

Voi non sapete che sorta d’uomini siano questi Ateniesi. Sono audaci oltre il limite delle loro forze, accettano rischi che la prudenza condanna e, nella sventura sono di nuovo aperti alla speranza”.

Tucidide

Appuntamento a Ethos Natural Cafè Bistrot, in via Magenta 74 a Livorno per la mostra reportage sulla Grecia contemporanea che rimarrà fino al 20 giugno. Per chi volesse approfondire l’argomento è possibile consultare o acquistare il libro di Mauro Faroldi “Breve storia della Grecia moderna”