Torna Energeticamente: efficienza energetica e rinnovabili entrano in classe

[9 febbraio 2015]

Energeticamente, il più grande progetto didattico dell’Italia centrale con protagoniste le energie rinnovabili e l’efficienza energetica, è partito con la sua quarta edizione, e promette anche quest’anno percorsi didattici in classe, laboratori teatrali e concorsi a premi per alunni e famiglie.

Patrocinato dalla Regione Toscana e forte della collaborazione tra Estra, Legambiente e Giunti Progetti Educativi, Energeticamente trova i suoi veri protagonisti nei 6.300 alunni (per 300 insegnanti e 127 scuola) di Toscana, Umbria, Marche, Molise e Abruzzo, che parteciperanno al progetto, rivolto a tutte le classi delle scuole medie e alle V classi delle scuole elementari.

Nato quattro anni fa – riassumono i sostenitori del progetto – Energicamente ha promosso il tema del risparmio energetico e delle fonti rinnovabili raggiungendo oltre 40mila studenti e riuscendo a coniugare gli aspetti educativi con quelli della sostenibilità ambientale. Le classi che partecipano ricevono i kit didattici che contengono una guida per gli insegnanti, il libretto “Quante energie!” per ogni studente (realizzati da Giunti Progetti Educativi) che informa sulle varie energie e sui modi per utilizzarle, un poster, una locandina e “EnergiOca”, il gioco dell’oca sul risparmio energetico. In 250 classi hanno già preso il via i percorsi didattici tenuti da operatori di Legambiente.

Il grande progetto di educazione energetica prevede anche i laboratori teatrali, moduli di 20 ore per ogni classe con l’obiettivo di approfondire i temi dell’energia in modo divertente e coinvolgente che si concluderanno con una breve performance teatrale e i due concorsi. Il concorso “Ri-Energy” a cui gli studenti che partecipano ai percorsi didattici potranno prendere parte compilando, insieme alla famiglia, un questionario distribuito nelle scuole e che prevede come premio una fornitura gratuita di gas metano. Otto i  buoni gas da 250 a 1.000 euro.

Green Pirates, la new entry di quest’anno, un concorso on-line rivolto alle scuole che, iscrivendosi, dovranno inserire dei contenuti (testi, video, foto, disegni) sul tema del risparmio energetico e dell’ambiente, per generare sempre più consapevolezza negli “adulti di domani”, sull’importanza di impegnarsi in prima persona nella tutela dell’ambiente.  Il “messaggio” elaborato insieme gli insegnanti, dovrà essere pubblicato all’interno del sito web, www.greenpirates.org, entro il 15 aprile 2015 e potrà essere votato. Il concorso prevede tre vincitori nazionali e tre per in ogni area geografica individuata: in totale 18 classi verranno premiate con materiali utili alle classi e alle scuole.

Il momento finale di Energicamente, infine, a maggio con le premiazioni dei concorsi, gli spettacoli teatrali e la Festa ‘itinerante’ dell’energia che si svolgerà in aree verdi di Prato, Siena, Arezzo, Teramo e Ancona.

Tutto questo è stato presentato oggi in Regione, con l’assessore toscano all’Ambiente e all’energia, Anna Rita Bramerini, che la sostenibilità sia prima di tutto «un fatto culturale: significa spendere meno e meglio, cercando di ridurre ogni inutile spreco, senza per questo diminuire la qualità della vita con molti vantaggi per la nostra salute e quella dell’ambiente. Tutto questo si impara anzi, deve entrare a far parte del nostro Dna. E’ bello allora che ci siano iniziative come Energicamente capaci di portare ai giovanissimi i semi di questa cultura, perché ci prendano confidenza, li facciano crescere e li inseriscano, si spera per sempre, nel loro bagaglio di cittadini più consapevoli e più capaci di prendersi cura dell’ambiente in cui vivono».

«Energicamente è diventato un appuntamento significativo – gli fa eco Fausto Ferruzza, presidente regionale di Legambiente – che ci permette di contribuire alla costruzione delle competenze dei ragazzi», e per questo anche quest’anno il Cigno verde regionale «è presente in questa campagna curando gli interventi educativi su tutti i territori interessati». Al fianco degli ambientalisti c’è Giunti Progetti Educativi, che ha curato il libro ricevuto da ogni ragazzo facente parte dell’iniziativa: il volume, spiega Simona Merlino, «utilizza una modalità comunicativa leggera, con l’obiettivo di trasferire informazioni ed elementi di conoscenza utili a sviluppare il senso di responsabilità e rispetto verso l’ambiente».

Ma fermarsi alla sensibilizzazione dei ragazzi più giovani, per quanto importante, sarebbe riduttivo. Non sono infatti loro a detenere – oggi – il pallino della gestione dell’energia, anche in casa propria. Per questo il presidente di Estra Roberto Banchetti conclude sottolineando come sono «proprio le famiglie, oltre che i ragazzi e i docenti, un soggetto importante nel progetto Energicamente. Le più attente ad un uso consapevole dell’energia verranno anche premiate con dei bonus sulla bolletta gas». Un incentivo molto concreto.