Roberto Marini rappresenterà il Panda a livello regionale

Wwf, il consiglio nazionale nomina il nuovo delegato regionale per la Toscana

[13 ottobre 2016]

delegato-wwf-toscana-roberto-marini

Il Consiglio Nazionale del WWF Italia ha nominato Roberto Marini a Delegato per la Toscana. Roberto Marini, 59 anni, dipendente P.A., residente a Calenzano (FI), è da anni impegnato a livello locale e regionale nelle tematiche sulla sostenibilità ambientale e della corretta gestione dei rifiuti.

“Nell’ambito della riorganizzazione che il WWF Italia sta portando avanti dal 2014 la figura del Delegato ha la funzione di raccordo fra le strutture territoriali del WWF in Toscana, nonché il compito di promuovere l’attuazione del programma Nazionale su base regionale.”

Nei prossimi anni il WWF in Toscana lavorerà per affermare il valore della propria missione, cercando l’adesione e la partecipazione dei cittadini e della società civile, anche attraverso azioni e programmi che incidano fortemente sul cambiamento culturale delle persone.

Il nostro lavoro sarà finalizzato ad aumentare la sensibilità dei cittadini alle tematiche ambientali e la consapevolezza di poter essere, insieme al WWF, gli attori di un cambiamento.

Continueremo il nostro impegno verso la tutela del territorio e della biodiversità, sia attraverso azioni di forte presenza locale sulle singole vertenze territoriali e ambientali, sia attraverso il sostegno al programma nazionale del WWF.

In un contesto generale di crisi economica e dei valori, di mancanza di prospettive e di fiducia da parte dei cittadini verso le istituzioni, l’azione di un’associazione ambientalista come il WWF è importante, in quanto con la sua esperienza sul campo e la sue competenze scientifiche è in grado di suggerire soluzioni capaci di incidere sulle grandi questioni come il cambiamento climatico, la perdita di biodiversità e la sostenibilità”.

“Il WWF – continua Marini – sarà sempre presente sul territorio come soggetto di proposta e di stimolo, ma anche  di controllo e verifica per un ambiente tutelato, ricorrendo, dove necessario, anche a forti azioni di natura legale.

Il nostro è un lavoro di volontariato, fatto da volontari qualificati che utilizzano il proprio tempo, anche a discapito della famiglia e del lavoro, per portare avanti battaglie ambientaliste importanti per tutta la comunità. Per questo, il WWF chiede il sostegno di chi crede che la qualità della vita ed il benessere passino attraverso la qualità ambientale ed il rispetto della Natura. La crescita economica non può essere considerata il solo obiettivo della società: si deve lavorare affinché sia migliorata la qualità della vita, in armonia con i sistemi naturali, riconoscendo nel rispetto dell’ambiente la fonte primaria del nostro benessere.”

di Wwf Italia