Accordo General Electric – Terna per rendere la rete elettrica italiana più efficiente e affidabile

Sincrofasori per ridurre la cogestione e integrare le energie rinnovabili

[15 maggio 2015]

La divisione Digital Energy di General Electric (GE) ha annunciato di aver siglato un importante accordo con Terna Rete Italia che «aiuterà il gestore del sistema di trasmissione italiano a fornire energia alle aziende e alle abitazioni private del Paese in maniera più affidabile e a integrare più efficacemente le energie rinnovabili».

Terna ha 63.500 km di linee elettriche ad alta tensione ed era alla ricerca di «una soluzione in grado di raccogliere facilmente i dati di rete in tempo reale, al fine di individuare potenziali difetti o disturbi e mettere in atto misure correttive per prevenire le interruzioni di corrente».

In una nota Digital Energy di General Electric spiega che «Terna integrerà il sincrofasore di GE nel suo sistema di monitoraggio esteso (il più grande in Europa) per ottenere una visione più completa e precisa del funzionamento della sua rete elettrica e degli altri dispositivi locali o remoti. Grazie alla rilevazione continua dei dati di rete in tempo reale, Terna sarà in grado di testare applicazioni di monitoraggio avanzate e alimentare il proprio sistema di rating dinamico. Utilizzando i dati dell’unità di misura dei fasori (PMU), Terna è in grado di monitorare la stabilità del sistema e tenere sotto controllo possibili fluttuazioni e transienti della rete. Inoltre, negli ultimi anni, Terna ha sviluppato uno strumento per stimare la temperatura media della linea elettrica aerea, per finalità di rating dinamico della linea. La soluzione si basa su sincrofasori di corrente e tensione con misurazione ai terminali di linea. Per questa tipologia di applicazioni, è fondamentale la precisione del calcolo e della sincronizzazione dei fasori».

Utilizzando il MultilinTM N60 Network Stability and Synchrophasor Measurement System e MultilinTM P30 Phasor Data Concentrator di GE, Terna potrà così «sfruttare capacità di comunicazione avanzate per raccogliere i dati dalla sua vasta infrastruttura di rete e bilanciare l’energia elettrica tra tutte le fonti di trasmissione, compresa la generazione da fonti rinnovabili. La soluzione completa, inoltre, andrà ad affiancare i protocolli di protezione e di controllo di Terna già in uso, condividendo i dati sull’energia elettrica e sul relativo utilizzo».

L’applicazione delle soluzioni basate sui sincrofasori di GE sulla rete di Terna è già stata avviata e il lancio completo è previsto entro la fine del 2015.

Luiz Perez, direttore generale per la divisione Digital Energy di GE in Europa, Medio Oriente e Africa, ha sottolineato che «L’ammodernamento della rete è una priorità per i fornitori di energia di tutta Europa. La nostra tecnologia basata sui sincrofasori fornisce alle società di servizi pubblici la tecnologia di cui necessitano per garantire ai propri clienti un’erogazione di energia più affidabile. Consente loro di sviluppare tabelle di marcia tecnologiche che contribuiscono a ridurre la congestione di rete, a integrare le fonti rinnovabili e a incrementare l’affidabilità della rete stessa».