Le 13 bio-startup italiane più innovative. I vincitori di Bio Plug In

Le migliori idee delle imprese per nutrizione, tutela dell’ambiente e sicurezza alimentare.

[26 giugno 2015]

Bio plug In

L’Ordine Nazionale dei Biologi (Onb) presenta a Expo 2015 i vincitori di Bio Plug In, il contest nazionale pensato per   diffondere la cultura del fare impresa con idee innovative nel settore della biologia.  In tutto sono 13 le idee innovative delle bio startup che saranno presentate dall’Onb il  27 giugno a Expo 2015 e che si sono aggiudicate  il Bio Plug In che premia le migliori idee di impresa nei settori della nutrizione, della tutela dell’ambiente e della sicurezza alimentare.

Tra le bio-startup più innovative c’è quella che  ha realizzato un dispositivo orale (un bite) che rallenta la masticazione, aumenta i tempi necessari per assumere cibo e diminuisce l’impulso ad assumerne, permettendo di perdere peso senza ricorrere a diete drastiche. Oppure l’integratore alimentare a base di spirulina, un’alga benefica  per la salute; la nuova tecnica di addestramento dei cani che permette loro di riconoscere l’odore delle cimici dei letti.; un metodo per estrarre, senza danni per l’animale, la “bava” delle lumache utilizzata nell’industria cosmetica; il procedimento per produrre sapone dagli oli esausti della ristorazione.

Il segretario dell’Onb, Luciano Atzori, evidenzia che «Con il premio l’Ordine dei Biologi intende promuovere la figura del biologo nel mondo imprenditoriale italiano e favorire l’incontro tra professionisti e imprese. La presenza del nostro Ordine a Expo costituisce un’occasione unica di visibilità sia per quei biologi che hanno progetti imprenditoriali legati al tema dell’alimentazione che per le imprese che hanno scelto di investire nelle biostartup come partner per l’innovazione e lo sviluppo».

L’Ordine Nazionale dei Biologi spiega che «Il bando è nato con l’obiettivo di diffondere tra gli iscritti all’Onb la cultura del fare impresa con idee innovative nel settore della biologia. I primi progetti selezionati saranno in mostra a Expo 2015 all’interno dello spazio espositivo dei biologi, un’occasione per promuovere verso il grande pubblico le bio-idee in cerca di finanziamenti. I vincitori hanno inoltre avuto l’opportunità di frequentare un corso di alta formazione grazie a Officine Formative, la scuola d’impresa di Intesa Sanpaolo. e di entrare in contatto con le aziende partner per dar vita al proprio progetto. Altri premiati avranno accesso a corsi on line, attraverso la piattaforma di Officine Formative e alla banca dati dell’Onb, per facilitare l’arrivo di finanziamenti».

 

Ecco i vincitori di Bio PlugIn (con link alle schede dei diversi progetti)

APULIA KUNDI (Flavia MILONE, Raffaele SETTANNI, Danila CHIAPPERINI)

BIO SWAP (Chiara COSTANZA, Francesco DRAGOTTA)

SEMPLICEMENTE NATURA (Antonio GENTILE, Grazia POLIERI, Vincenzo DONVITO)

POSTAZIONE M.E.A.T. (Alberto GRILLI)

NUOVI SISTEMI DI MONITORAGGIO DELLA CATENA DEL FREDDO (Alberto MEREU, Daniele CHIRIU)

NAHANI SCENT (Claudia PUCCI)

LA ROMAN BAG (Maria Lucia GAETANI)

SATIVA STYLE (Lucilla OSTELLARI, Fabia FRANCO, Mauro FERRARESE)

DENTA SLIM-UP (Roberta CAROTENUTO)

COLORIBO (Grazia DI PILATO, Bice PERRINI)

SHELF LIFE (Valentina PELLEGRINO PRATELLA)

BIOKIT (Barbara DI MAGGIO, Isabella PACIOLLA)

BILO (Valeria CAPUZZI)