L’Italia che vale: i giapponesi si comprano la Valcom

[7 aprile 2014]

Hitachi ha annunciato oggi l’acquisizione del 100% della Valcom, una società italiana di ingegneria, attraverso la sua filiale Hitachi Europe. L’accordo stipulato tra la multinazionale giapponese e Valcom prevede che le procedure necessarie all’acquisizione  siano completate entro la fine di aprile. «Una volta completato tale processo – si legge in un comunicato –  Valcom cambierà nome con ogni probabilità in “Hitachi Engineering Europe Srl”, dopo un periodo di transizione».

Il colosso giapponese non nasconde che con questa operazione punta a rinforzare ed espandere all’estero il suo business oil & gas attraverso il portafoglio clienti di Valcom, «Che include le principali compagnie petrolifere e società di ingegneria, così come le risorse umane e le competenze della società. Nel business oil & gas, Hitachi fornisce componenti quali compressori, pompe, sistemi di trattamento delle acque, inverter, motori e altri strumenti, ed implementa progetti EPC (“Engineering, Procurement and Construction”)». Hitachi ha anche costituito delle joint venture per svolgere servizi di manutenzione nel settore oil & gas in Medioriente e Sud America, e ha ormai un mercato consolidato per la fornitura di dispositivi alle principali compagnie petrolifere.

L’acquisto della compagnia italiana è strategico perché Valcom opera da 25 anni nell’elettrotecnica e strumentazione dell’ oil & gas ed in  altri settori infrastrutturali, soprattutto in Europa, Medioriente e Africa. Nel comunicato che annuncia l’acquisizione si legge che «Lavorando con le principali società di ingegneria, Valcom ha consolidato una vasta e comprovata esperienza nel settore dei servizi di elettrotecnica e strumentazione per le principali compagnie petrolifere, inclusa Saudi Arabian Oil Company (“Saudi Aramco”), la compagnia petrolifera statale dell’Arabia Saudita. Valcom ha anche una vasta esperienza nei sistemi FPSO (“Floating Production, Storage and Offloading” – “Unità Galleggiante di Produzione, Stoccaggio e Scarico”), per cui si prevede una crescita nella domanda del mercato».

La multinazionale giapponese è convinta che rilevando questa società italiana «Creerà delle sinergie sfruttando le varie risorse di Valcom, quali il suo portafoglio clienti, le sue risorse umane e le sue competenze, per rinforzare ed espandere all’estero il business oil & gas, che è in continua crescita in quest’area. Nello specifico, Hitachi Engineering Europe Srl cercherà di ottenere ordini principalmente relativi a progetti di elettrotecnica e strumentazione riguardanti compressori e altri componenti forniti da Hitachi principalmente in Europa, Medioriente e Africa. Hitachi cercherà inoltre di aumentare le opportunità di business per i propri componenti, tramite le sinergie possibili con Valcom come fornitore di servizi di elettrotecnica e strumentazione per impianti oil & gas sul mercato internazionale e non solo in Europa».

L’acquisto del 100% della Valcom è un passo che, in un’ottica futura, Hitachi considera essenziale per rimanere leader nel settore oil & gas e rafforzare i legami con le aziende partner nei Paesi produttori di petrolio e gas.