Con la parità di genere si potrebbero sfamare 150 milioni di persone in più

Se donne e uomini avessero gli stessi diritti il mondo avrebbe meno fame

Oxfam lancia la propria campagna : «In un mondo in cui regna l’abbondanza, 805 milioni di persone che non hanno abbastanza cibo»

[28 aprile 2015]

Ancora oggi una persona su nove nel mondo soffre la fame. Sono 805 milioni di persone, donne per la maggior parte, che il mondo più fortunato non deve abbandonare. Paradossalmente, il 98% di chi fa ancora i conti con una cronica carenza di cibo vive di agricoltura e allevamento nei paesi in via di sviluppo. Moltissime sono donne, costrette a lottare ogni giorno per sfamare la propria famiglia. Se avessero stessi diritti e stesse opportunità degli uomini, si potrebbero sfamare 150 milioni di persone in più e ridurre la fame del 19%. Per loro Oxfam lancia la Campagna di raccolta fondi SFIDO LA FAME, grazie alla quale dal 26 aprile al 10 maggio sarà possibile donare un aiuto (di € 2, 5 o 10) con un sms solidale o chiamata da telefono fisso al 45509.

«La fame può essere sconfitta. I dati mostrano che sono stati fatti molti progressi negli ultimi 20 anni, ma in un mondo in cui regna l’abbondanza, 805 milioni di persone che non hanno abbastanza cibo ogni giorno, sono 805 milioni di troppo – dice Maurizia Iachino, presidente di Oxfam Italia – Le donne rappresentano i 2/3 degli agricoltori più poveri al mondo. Nell’anno di Expo2015, a cui Oxfam parteciperà con eventi dedicati ai temi del diritto al cibo e della giusta alimentazione, rinnoviamo con forza ancora maggiore il nostro sostegno al diritto delle donne ad avere accesso alle risorse, alla terra, al credito, alla formazione. Con la campagna SFIDO LA FAME quest’anno siamo al loro fianco in paesi come Ecuador, Haiti e Sudan. Colmare il divario tra uomini e donne in termini di opportunità e di accesso alle risorse diviene sempre più urgente e potrebbe salvare dalla fame fino a 150 milioni di persone».

Oxfam Italia utilizzerà i fondi raccolti dalla campagna SFIDO LA FAME per dare opportunità alle donne più povere e vulnerabili di avere piena autonomia decisionale ed economica, permettendo loro di condurre una vita più dignitosa producendo reddito per sfamarsi e provvedere ai bisogni delle proprie famiglie.

Con un contributo di:

2 euro sarà possibile fornire a una donna i semi necessari che le permetteranno di garantire cibo ai suoi figli per un’intera stagione;

5 euro sarà possibile garantire a una donna 10 piante resistenti alla siccità, per diversificare i raccolti e sconfiggere la malnutrizione infantile;

10 euro sarà possibile garantire a una donna un allevamento familiare di galline per la produzione di uova.

Con i proventi della campagna si potranno sostenere 40.000 donne attraverso progetti di cooperazione finalizzati a migliorare la produzione di cibo, l’accesso alle risorse e al credito, rafforzandone la capacità di creare e commercializzare prodotti agricoli e artigianali in Ecuador, Sudan e Haiti.

Come donare

Dal 26 aprile al 10 maggio sarà possibile donare tramite il numero 45509:

–       2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari TIM, Vodafone, WIND, 3, PosteMobile e CoopVoce;

–       2 euro anche per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa Vodafone e TWT;

–       5/10 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa Telecom Italia, Infostrada e Fastweb.

di Oxfam

Videogallery

  • Sfido la fame