Dall’Ue 100 milioni di euro e cinque premi per l’innovazione

[22 luglio 2014]

Oggi la Commissione europea presenta la nuova azione pilota “Fast Track to Innovation” (Fti – Corsia veloce per l’innovazione) con una dotazione di 100 milioni di euro, annunciando anche 5 premi  nell’ambito di Horizon 2020, il programma di ricerca e innovazione dell’Unione europea con una dotazione di 80 miliardi di euro.

La Commissione Ue spiega che «la Fti ha lo scopo di sostenere l’economia europea offrendo alle imprese e alle organizzazioni innovative sovvenzioni che permettano loro di portare fino alla fase della commercializzazione le idee migliori. I premi offrono un compenso per le innovazioni tecnologiche di elevato interesse per la società. Le iniziative sottolineano la volontà di sostenere l’innovazione in Europa nel quadro del primo programma di lavoro biennale di Orizzonte 2020. L’annuncio di oggi conferma inoltre la disponibilità di 7 miliardi di euro per i bandi nell’ambito di Orizzonte 2020 nel corso del 2015 e definisce il calendario per la presentazione delle proposte»).

I primi bandi di Orizzonte 2020 annunciati nel dicembre 2013 hanno avuto un’enorme risposta: a fine giugno sui tavoli dell’Ue erano arrivate più di 17.000 proposte per un valore nove volte superiore ai finanziamenti disponibili e che hanno fatto registrare un considerevole aumento rispetto al precedente 7° programma quadro (7° PQ) e una maggiore concorrenza. La Commissione sottolinea il «notevole aumento delle domande provenienti dall’industria: le domande presentate dalle imprese nei pilastri “Leadership industriale” e “Sfide per la società” di Orizzonte 2020 hanno rappresentato il 44% del totale, rispetto al 30% nell’ambito di settori comparabili del 7º PQ. La partecipazione delle PMI è particolarmente forte, con oltre 5 500 proposte presentate dalle PMI nel quadro dei bandi di Orizzonte 2020 per incentivare la leadership nelle tecnologie abilitanti e industriali e quasi 2 700 domande di finanziamento nell’ambito del nuovo strumento per le PMI da 3 miliardi di euro».

Le domande per la Fast Track to Innovation” potranno essere presentate a partire dal gennaio 2015. Una nota della Commissione Ue spiega che «Saranno finanziati i piccoli consorzi composti da 3-5 organizzazioni con una forte partecipazione delle imprese per consentire alle idee più promettenti di completare il processo per accedere al mercato. La Fti è aperta alle idee di tutti i settori tecnologici o applicativi e a tutti i soggetti giuridici stabiliti nell’UE o in un paese associato a Orizzonte 2020».

Invece i concorsi per i 5 premi all’innovazione cominceranno fra la fine del 2014 e l’inizio del 2015. I premi, del valore di 6 milioni di euro nel 2015, coprono tre differenti aree tematiche di ricerca: salute (premio per la riduzione dell’uso degli antibiotici, premio per lo scanner degli alimenti), ambiente (premio per la riduzione dell’inquinamento atmosferico) e TIC (condivisione collaborativa dello spettro, premio per la trasmissione ottica).

La commissaria Ue per la ricerca, l’innovazione e la scienza, Máire Geoghegan-Quinn, si è detta «favorevolmente colpita dall’evidente aumento dell’interesse dell’industria, in particolare delle piccole imprese. Oggi stiamo dando il via alla presentazione di proposte per il 2015 e sono fiduciosa che saranno numerosissime. La corsia veloce per l’innovazione e i nuovi premi offriranno ancora più opportunità per la partecipazione degli innovatori di tutta Europa. Queste misure contribuiscono ad aumentare la competitività dell’Europa e a creare crescita e occupazione».

Il programma di lavoro aggiornato adottato oggi dalla commissione Ue conferma i dettagli degli inviti a presentare proposte per il 2015, annunciati per la prima volta nel dicembre scorso, e precisa i termini per la presentazione delle proposte (cfr. IP/13/1232). Tutte le opportunità di finanziamento disponibili nel quadro di Orizzonte 2020 sono accessibili dal portale dei partecipanti .