Dall’Ue arriva il marchio di qualità ecologica anche per gli orinatoi

[11 novembre 2013]

Può apparire curioso, ma è già cosa l’elenco dei criteri per l’assegnazione dell’Ecolabel (il marchio europeo facoltativo sulla qualità ecologica rappresentato con un fiore) per vasi sanitari a scarico d’acqua e agli orinatoi, elenco siglato con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale europea.

Il gruppo di prodotti comprende i vasi sanitari a scarico d’acqua e orinatoi sia per uso domestico, sia per uso non domestico. Ma non comprende i sedili e i coperchi di vasi sanitari quando sono immessi sul mercato o commercializzati indipendentemente da un vaso a scarico d’acqua o da un orinatoio; non comprende inoltre gli elementi di vasi sanitari che non utilizzano acqua, il cui sistema di scarico usa prodotti chimici e acqua e i vasi sanitari il cui sistema di scarico richiede l’uso di energia.

Dunque, i vasi sanitari a scarico d’acqua e agli orinatoi, per ottenere l’Ecolabel dovranno rispettare una serie di criteri volti a promuovere prodotti ad alta efficienza idrica che contribuiscono a ridurre il consumo d’acqua assicurando altri benefici associati quali la riduzione del consumo di energia. Proprio perché il consumo d’acqua contribuisce in modo rilevante all’impatto ambientale complessivo degli edifici residenziali e non residenziali.

Ecco che i criteri sono stabiliti per una serie di aspetti: l’uso efficiente dell’acqua, la prestazione del prodotto, le sostanze e miscele escluse o soggette a limitazioni, l’impiego di legno a gestione sostenibile come materia prima (può essere utilizzato legno vergine certificato o legno riciclato), la durabilità del prodotto, gli impatti ridotti a fine vita (le parti in plastica di peso uguale o superiore a 25 g devono recare una marcatura conforme alla norma EN ISO 11469 che consenta l’identificazione dei materiali per il riciclo, il recupero o lo smaltimento a fine vita; mentre gli orinatoi senza scarico d’acqua devono utilizzare un fluido rapidamente biodegradabile o funzionare completamente a secco), le istruzioni per l’installazione e informazioni per gli utilizzatori, le informazioni da riportate sul marchio Ecolabel UE.

Del resto l’Ecolabel ha anche la funzione di fornire ai consumatori informazioni e indicazioni precise e scientificamente accertate sui prodotti. Dunque l’etichetta facoltativa deve riportare, nella casella di testo, una serie di diciture: “alta efficienza nell’uso dell’acqua e riduzione delle acque di scarico”, “questo prodotto recante il marchio di qualità ecologica permette di risparmiare acqua e denaro”, “impatti ridotti a fine vita”.