Cosa cambia per i gestori ambientali con il nuovo regolamento dell’Albo nazionale

[25 agosto 2014]

E’ arrivato il nuovo regolamento dell’Albo nazionale dei gestori ambientali: iscrizione online e chiarezza sulla figura del Responsabile tecnico (Rt). Sono queste alcune novità del relativo decreto ministeriale pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, che entrerà in vigore il 7 settembre prossimo.

Il regolamento definisce le attribuzioni e le modalità di organizzazione dell’Albo nazionale dei gestori ambientali, i requisiti tecnici e finanziari delle imprese e dei responsabili tecnici, i termini e delle modalità di iscrizione e dei relativi diritti annuali. Tutto ciò con l’obiettivo di semplificare e snellire la burocrazia per le imprese iscritte all’Albo e di dare più chiarezza soprattutto in merito ai compiti e requisiti del Responsabile Tecnico (Rt) delle imprese.

Della figura del Responsabile tecnico già in passato si è parlato, ma è con il nuovo regolamento che si definisce maggiormente la figura.

Il compito del responsabile tecnico è, dunque, quello di svolgere azioni dirette ad assicurare la corretta organizzazione nella gestione dei rifiuti da parte dell’impresa e di vigilare sulla corretta applicazione della normativa di riferimento. Per svolgere tale ruolo sono richiesti determinati requisiti ossia possedere idonei titoli di studio e avere esperienza maturata in settori di attività per i quali è richiesta l’iscrizione e una adeguata formazione. Quest’ultima è attestata mediante una verifica iniziale della preparazione del soggetto e, con cadenza  quinquennale, mediante verifiche volte a garantire il necessario aggiornamento. Viene richiesta una sorta di obbligo di aggiornamento sulle normative ambientali, le tecnologie per il trasporto e il trattamento dei rifiuti che sono in continua e rapida evoluzione.

In tale maniera il Rt diventa un esperto del settore al servizio delle imprese e non mero prestatore di requisiti per permettere all’impresa stessa l’iscrizione all’Albo. L’aggiornamento normativo e tecnico diventa un punto cardine fondamentale sul quale le imprese possono costruire la propria professionalità.

Inoltre, con l’introduzione di questo nuovo regolamento, le imprese potranno trasmettere on line le istanze di iscrizione e modifica attraverso l’utilizzo del portale telematico usufruendo dell’apposita sezione. Le imprese potranno redigere e consegnare telematicamente le proprie istanze direttamente dalla propria sede, o avvalersi di un consulente, appositamente nominato e comunicato nella sezione riservata del portale dell’Albo Nazionale Gestori Ambientali.

Questa innovazione permetterà non solo di ottenere dei risparmi temporali ma soprattutto economici, perchè l’intero iter della propria istanza sarà monitorato via web in ogni momento.