230 milioni di dollari all’America Centrale dalla Banca Europea degli investimenti

Al centro del piano di credito l'efficienza energetica e lo sviluppo delle rinnovabili

[23 agosto 2013]

Nell’ambito delle attività istituzionali e nel rispetto degli accordi internazionali sullo sviluppo e la cooperazione con i paesi partner dell’Unione Europea, la Banca europea degli investimenti (BEI), uno degli istituti di credito a lungo termine più importanti d’Europa, ha sottoscritto un accordo per l’investimento di 230 milioni di dollari a sostegno delle energie rinnovabili nell’America Centrale.

L’annuncio è stato dato dalla stessa BEI, che sta lanciando il programma in accordo con la Central American Bank for Economic Integration; un programma che consentirà di generare investimenti per oltre 500 milioni di dollari in progetti nell’Honduras, Nicaragua, El Salvador, Guatemala, Costa Rica e Panama. Cifre importanti destinate ad altrettanto importanti settori, di cui la stessa Europa avrebbe un drammatico bisogno, non solo in termini di politica energetica ma soprattutto di ricadute occupazionali.

Da parte della BEI è stata espressa soddisfazione: «Sono necessari investimenti notevoli per incrementare il potenziale di energia rinnovabile e migliorare l’efficienza energetica, sia per ridurre le emissioni di anidride che per fornire l’energia necessaria alla crescita economica», ha detto la vicepresidente della EIB Magdalena Àlvarez Arza. «La BEI – ha aggiunto – è impegnata a sostenere gli investimenti a lungo termine in questo settore in tutto il mondo, in particolar modo in America Centrale, dove abbiamo uno stretto rapporto con la Central American Bank for Economic Integration e ci auguriamo di portare avanti questa collaborazione a vantaggio degli investimenti in tutta la Regione».

E il presidente esecutivo della CAB Nick Rischbieth ha aggiunto: «Come principale fonte di finanziamento multilaterale nell’area del Centro America, e come braccio finanziario della CAB, siamo soddisfatti dell’ulteriore collaborazione con la EIB nel quadro di questo obbiettivo comune di promuovere gli investimenti nelle rinnovabili e nell’efficienza energetica come motori di una crescita sostenibile ed equilibrata».

Secondo i due istituti creditizi questo progetto aiuterà a ridurre la dipendenza dell’area dai combustibili fossili e contestualmente ridurre le emissioni. Lo schema di prestito è stato pensato per favorire gli investimenti pubblici e privati, sia sullo sviluppo delle rinnovabili che sull’efficienza energetica, e sosterrà solo progetti conformi agli standard ambientali e sociali più importanti.

Il nuovo programma segue un’iniziativa simile lanciata nel 2011 tra le due banche; analogamente, in Costa Rica la collaborazione tra i due istituti di credito sta finanziando lo sviluppo dell’idroelettrico. Dall’inizio del piano di credito per l’America Latina la Banca europea per gli investimenti ha fornito oltre 5,7 miliardi di euro per progetti a lungo termine, di cui 1,9 miliardi solo per il settore energetico.