Autoconsumo, il fotovoltaico italiano diventerà un modello?

[26 maggio 2014]

A Solarexpo 2014 ci sono stati 14.200 visitatori professionali,  un segnale di  ripresa del mercato, e Alvaro Garcia Maltras, responsabile per i paesi del Sud Europa di Trina Solar, uno dei leader nella produzione di moduli fotovoltaici, tira un bilancio positivo che guarda  all’ autoconsumo energetica: «Per passare da un modello di business basato sugli incentivi a uno fondato sull’autoconsumo e sull’autosufficienza energetica ci vuole un cambio di mentalità e l’Italia in questo sta tracciando la strada. A Solarexpo i visitatori sono stati principalmente installatori professionali provenienti da tutta Italia, e la qualità del pubblico e il suo attento interesse ci inducono a pensare che il futuro del fotovoltaico in Italia sarà positivo».

Trina Solar propone soluzioni FV intelligenti per qualsiasi tipo di tetto, come la soluzione integrata Trinamsmart che facilita le nuove installazioni e il  modulo PDG5 Dual Glass che fornisce nuove prestazioni di durevolezza e affidabilità nel settore fotovoltaico.

Dopo Solarexpo il mondo del fotovoltaico si dà appuntamento ad  Intersolar Europe, la più grande fiera al mondo dedicata all’energia solare che si terrà a Monaco di Baviera dal 4 al 6 giugno 2014 e durante il quale si parlerà delle condizioni necessarie per garantire il successo della transizione energetica in Germania e in Europa, del  ruolo delle energie rinnovabili negli sviluppi geopolitici in corso. Inoltre, per gli organizzatori, «L’elevato livello di dipendenza dai combustibili fossili importati da regioni politicamente instabili d’Europa evidenzia la notevole importanza delle fonti di energia rinnovabili per l’industria energetica», mentre la sessione di apertura di Intersolar Europe apertura, risponderà  alla domanda su come i sistemi energetici possono essere trasformati utilizzando le fonti di energia rinnovabili disponibili localmente.

«I principali argomenti discussi – dicono a Intersolar Europe – sono un approvvigionamento energetico sostenibile e sicuro, il passaggio da un sistema centralizzato ad un sistema di alimentazione decentrato con un’elevata percentuale di energia rinnovabile e la necessità di un sistema energetico guidato dalla domanda piuttosto che dell’offerta. Con questo spirito, l’evento prende in esame anche le condizioni politiche necessarie per utilizzare le tecnologie esistenti per superare, sia a breve termine che a lungo termine, le sfide alle quali  si deve far fronte oggi».