Castelnuovo Val di Cecina punta sul turismo geotermico, firmata convenzione con Egp

Va al Comune la gestione diretta del percorso escursionistico delle Fumarole

[10 gennaio 2018]

Il responsabile Geotermia di Enel green power Massimo Montemaggi e il sindaco di Castelnuovo Val di Cecina Alberto Ferrini hanno firmato una Convenzione – che avrà termine il 31 dicembre 2023, e potrà essere rinnovata alla scadenza – per la gestione di un suggestivo percorso escursionistico di trekking geotermico lungo 4,5 km, che dalle Fumarole di Sasso Pisano conduce al Parco delle Biancane di Monterotondo Marittimo.

«Siamo molto soddisfatti – ha detto il Sindaco di Castelnuovo Val di Cecina Alberto Ferrini – perché con la firma della Convenzione si completa un percorso di riqualificazione delle manifestazioni naturali, presenti nel nostro territorio comunale, che ci ha visto collaborare con Enel green power per rendere sempre più accessibili le nostre bellezze ambientali. Adesso comincia una nuova fase che ci vedrà ancora più protagonisti attraverso la gestione diretta del percorso escursionistico delle Fumarole, anche se la collaborazione con Enel green power proseguirà nel comune intento di far conoscere una delle risorse più importanti della Toscana, non solo dal punto di vista energetico ma anche culturale e turistico».

Il Comune si occuperà della manutenzione ordinaria e straordinaria del sentiero per garantirne la fruizione, ma in ogni caso la collaborazione con Egp proseguirà: il Parco delle Fumarole, infatti, rientra nel più ampio contesto di turismo geotermico di cui fanno parte anche il Museo della Geotermia e il pozzo dimostrativo di Larderello, il Parco delle Biancane di Monterotondo, i percorsi di visita gratuiti intorno agli impianti geotermici toscani, altri luoghi di manifestazioni naturali distribuiti sul territorio regionale nonché le iniziative primaverili ed estive presso gli impianti Enel Green Power e i percorsi enogastronomici della Comunità del Cibo a energie rinnovabili fondata da Co.Svi.G (Consorzio Sviluppo Aree Geotermiche), Slow Food Toscana e Fondazione Slow Food per la biodiversità.

«Il nostro impegno – conclude Montemaggi – è volto alla valorizzazione delle terre geotermiche della Toscana, ricche di energia e di calore ma anche di storia, tradizioni e cultura. Un lavoro importante che vogliamo portare avanti in collaborazione con il Co.Svi.G, con i Comuni e con il tessuto sociale e associativo delle aree geotermiche: la Convenzione firmata con il Comune di Castelnuovo Val di Cecina va in questa direzione e si inserisce in un percorso che in questi anni ci ha visto effettuare investimenti importanti per la realizzazione e il restyling del Museo della Geotermia, del Parco delle Fumarole, del Parco delle Biancane e degli itinerari di visita gratuiti intorno ai nostri impianti. Anche nel 2018 proseguiremo con il lavoro congiunto che intende valorizzare la geotermia in tutti i suoi aspetti».

L. A.