Da Egrejob una panoramica sulle opportunità di sviluppo dell’efficienza energetica in Toscana

[14 settembre 2015]

audit energetico efficienza

Dal progetto europeo Egrejob “Euro-Mediterranean Green Jobs” a un seminario tutto toscano per indagare il mondo dei lavori verdi (e relative possibilità di sviluppo) nell’ambito dell’efficienza energetica. Strumenti, innovazioni e buone pratiche sono stati illustrati oggi, a Firenze, a un variegato pubblico composto da singoli professionisti (architetti, ingegneri, geometri), imprese, enti locali, associazioni ed enti di istruzione superiore e formazione, istituti finanziari.

Egrejob è un progetto guidato dalla regione Toscana e finanziato dall’Unione europea tramite il programma Enpi Cbc Bacino del Mediterraneo, volto a promuovere lo sviluppo economico, sociale, ambientale e culturale della regione mediterranea. Il progetto analizza le prospettive di sviluppo del lavoro verde nei vari paesi coinvolti (Italia, Spagna, Tunisia, Libano), si occupa della formazione delle diverse figure professionali e della sensibilizzazione a livello sociale e politico sull’importanza strategica dell’economia verde.

La Toscana è ai primissimi posti tra le regioni italiane in tema di green economy, ma molti sforzi devono ancora essere compiuti per lo sviluppo dei lavori verdi, che si occupano, in generale, di preservare, ripristinare e migliorare la qualità dell’ambiente. In tale ambito, la Regione, in collaborazione con il Pin (il polo universitario pratese), ha recentemente completato un percorso formativo per la creazione di “Esperti di interventi energetici sostenibili a livello territoriale (Esco Manager)”, diretto a ingegneri e architetti che siano in grado di progettare e realizzare interventi di riqualificazione energetica degli edifici, di individuare e gestire le differenti agevolazioni finanziarie previste, utilizzando modelli innovativi come nel caso delle Esco (Energy service company), società che effettuano interventi finalizzati a migliorare l’efficienza energetica, assumendo su di sé il rischio dell’iniziativa e traendo profitto dai risparmi energetici ottenuti.

Nell’appuntamento odierno a Firenze, sono state dunque analizzate le opportunità di finanziamento in favore della riqualificazione energetica degli edifici pubblici e privati, e presentate alcune esperienze di successo realizzate a livello nazionale ed europeo. Protagonista anche il Laboratorio di diagnosi e progettazione, che ha permesso ai partecipanti, grazie ad un approccio interattivo, di approfondire le tematiche di interesse per saper individuare e gestire pratiche per il miglioramento delle performance energetiche degli edifici all’interno del proprio ente o per i propri clienti.