Gli studenti del Foresi e Legambiente: Aiutateci a fare proposte per il futuro del territorio!

Al via la campagna di raccolta idee Opin Elba

[17 novembre 2017]

Come prepararsi ad accogliere una nuova nidificazione della tartaruga Caretta caretta sulle spiagge elbane? Dove trovare i finanziamenti per riqualificare l’area verde della scuola e valorizzare la biodiversità territoriale creando un orto didattico? Come far conoscere e tutelare i beni storico-architettonici meno noti dell’isola? Queste sono solo alcune delle domande che gli studenti del terzo anno della scuola secondaria di II grado “Raffaello Foresi” di Portoferraio stanno virtualmente rivolgendo in queste settimane a tutti i cittadini, ai quali richiedono di dare suggerimenti ed esprimere preferenze, per far crescere un’idea e sviluppare progetti di riqualificazione e miglioramento del proprio territorio.

Si chiama “Opin Elba” ed è un progetto per sostenere la partecipazione dei cittadini alle scelte in campo ambientale proposto da Legambiente Arcipelago Toscano alla scuola. Prevede l’utilizzo della piattaforma informatica “Opin”, realizzata dal consorzio europeo Euth per facilitare la partecipazione dei giovani europei ai processi decisionali attraverso strumenti digitali.

«Si tratta di un percorso ambizioso – dice Paolo Gasparri, coordinatore del progetto – che vuole rimettere in moto il processo partecipato di pianificazione strategica della nostra isola, proprio a partire dai più giovani».

Prendere parte a questo progetto senza confini è molto semplice. Basta andare sul sito internet www.opin.me, registrarsi (operazione di pochissimi minuti) e, dal menu “partecipare”, cercare la cartella dei progetti di Opin Elba, che contiene tutte le tematiche che i ragazzi delle classi III dei licei di Scienze Umane, Classico, Scientifico e Scienze Applicate e degli Istituti Alberghiero e della Ristorazione e dell’Industria e Artigianato hanno approfondito nelle ultime settimane, con attività di studio individuale, interviste a testimoni privilegiati, incontri con esperti, brainstorming, eccetera.

Fino al 31 dicembre, cittadini di tutte le età ed esperti e professionisti di vari settori sono invitati ad offrire, a questo link, il proprio contributo al dibattito pubblico che gli studenti hanno lanciato sulla piattaforma, commentando testi, rispondendo a questionari, partecipando ai brainstorming e ai concorsi di idee.