Grosseto: si consolida il rapporto tra Credito Cooperativo e Legambiente per promuovere efficienza energetica e energie rinnovabili

[19 luglio 2013]

Prosegue il rapporto tra Legambiente e Federcasse che hanno rinnovato per il triennio 2013–2015 la “convenzione quadro” per la diffusione e l’uso di fonti di energia rinnovabile attraverso la rete delle Bcc (Banche di Credito Cooperativo) e con finanziamenti a tasso agevolato.

Destinatari dei finanziamenti (a fronte di istruttoria tecnica di Legambiente) sono privati cittadini, imprese ed enti pubblici che hanno l’opportunità di migliorare l’efficienza energetica dei propri locali o di diventare, essi stessi, produttori di energia pulita.

«L’accordo tra Legambiente e Bcc, ha avuto un enorme successo ed è riuscito a promuovere efficienza e rinnovabili in modo diffuso e distribuito tra le famiglie, gli imprenditori e gli enti locali – ha dichiarato Angelo Gentili, della segreteria nazionale di Legambiente – Un modo chiaro ed efficace per abbattere le emissioni e favorire un vero e proprio cambio di rotta in ambito energetico. Un ruolo di primo piano è stato svolto dalle singole banche del Credito Cooperativo presenti nel territorio, che hanno creduto fin dall’inizio a questo percorso e insieme al Centro nazionale per le energie rinnovabili di Legambiente, presente in Maremma, hanno dato vita a questo significativo processo virtuoso».

Alcuni numeri rendono più evidente la portata della partnership Bcc–Legambiente che ha l’obiettivo di dare un contributo alla generazione distribuita, alla distribuzione capillare di ecoefficienza e rinnovabili e all’abbattimento delle emissioni.  Sono stati resi operativi 5.440 progetti su tutto il territorio nazionale, per un totale di 260 milioni di euro di investimenti.

In particolare si è trattato di 5.187 interventi di installazione di fotovoltaico, 223 di impianti di solare termico, 51 per impianti a biomasse, 132 per interventi di efficienza energetica, 12 di mini eolico, 14 di geotermico, 2 mini idroelettrico. Sono stati inoltre anche finanziati 97 interventi di bonifica di coperture in Eternit (amianto) sostituiti con impianti fotovoltaici.

«Gli importanti risultati raggiunti in questi anni di collaborazione con Legambiente – ha sottolineato il presidente di Federcasse Alessandro Azzi – ci danno conferma della bontà di questo progetto. E ci dicono che è possibile, anche attraverso interventi apparentemente “minori”, raggiungere obiettivi di grande portata contribuendo a diminuire sensibilmente le emissioni inquinanti e favorendo la tutela e la conservazione dei nostri territori, in una logica di sostenibilità».

La nuova convenzione prevede una serie d’interventi che oltre all’efficienza energetica e rinnovabili ampliano le linee di azione al risparmio idrico, alla mobilità sostenibile, alla difesa del territorio, ai progetti in chiave ecologica nel comparto agricolo e turistico. L’intento della convenzione è quello di valorizzare, nonostante la grave crisi economica, le bellezze del nostro paese e nello stesso tempo moltiplicare in modo significativo green economy e comportamenti virtuosi dei cittadini.