Un'altra storia ecologica di cui ci piace raccontarvi

In bici con il bambino piccolo tutto l’anno? Roba da Opossum!

[12 dicembre 2014]

Mi chiamo Ilaria Berio, sono una mamma-ciclista-ambientalista e ora per necessità anche inventrice e imprenditrice… Quando la mia primogenita aveva 18 mesi, con il sopraggiungere della brutta stagione, mi sono posta il problema di come non rinunciare alla bici per andare al nido senza farle prendere freddo e senza doverla vestire a strati: quello che si trovava in commercio non faceva al caso mio.

Il pediatra un giorno mi pose il veto: basta bici d’inverno con la bambina, e allora mi sono detta: «Ma non è possibile! Devo cambiare pediatra e mi devo inventare qualcosa!». E così ho pensato a un prodotto che potesse risolvere il mio problema di come fare a proteggere i bimbi piccoli, dai 9 ai 36 mesi, dal freddo e dalle intemperie quando stanno seduti sul seggiolino posteriore e che potesse essere al tempo stesso uno strumento facile e di aiuto per i genitori ciclisti. Dopo due anni di lavoro finalmente ho brevettato Opossum, un accessorio caldo, impermeabile e pratico e veloce e che rimane legato al seggiolino (non serve smontarlo e rimontarlo ad ogni utilizzo) Obiettivo di Opossum è anche quello di eliminare i dubbi se usare la bicicletta o l’automobile quando il tempo è incerto o fa freddo, per affrontare in spensieratezza i percorsi casa-scuola-lavoro! Quante volte infatti guardando fuori dalla finestra e vedendo nuvoloso abbiamo detto: fa troppo freddo, minaccia pioggia, forse è meglio andare in macchina… e poi non ha piovuto o sono cadute solo poche gocce! Finalmente siamo partiti ed è attivo il sito www.opossum-bike.com: vendiamo solo on-line, in linea con la filosofia di avere la migliore qualità al prezzo di vendita più contenuto.

Ho cercato di pensare ad ogni aspetto, dalla praticità (non serve toglierlo dalla bici e portarselo dietro, ha uno speciale anellone di sicurezza anti-furto e si chiude in modo che non possa piovere all’interno quando è “vuoto”) alla comodità (di solito i bambini si addormentano piacevolmente durante i viaggi!), puntando ad ottenere una qualità alta con tessuti e chiusure, in linea con la sicurezza e contenendo il più possibile i costi (anche per questo ne esistono più versioni, con diversi optional).

Riconosciuto da subito come innovativo e pratico, sin dalla sua nascita Opossum ha ricevuto il supporto del MIP – Mettersi in proprio, lo sportello della Provincia di Torino che offre percorsi di accompagnamento per la creazione d’impresa, che mi ha aiutato a far decollare l’idea imprenditoriale con serietà e professionalità. Dopo essere entrato nella rosa dei progetti selezionati da FaciliTo, oggi è uno dei primi tre ad aver ottenuto l’accesso all’agevolazione finanziaria del programma Torino Social Innovation che mira a sostenere l’avvio di progetti imprenditoriali di giovani nel campo dell’innovazione sociale.

Sicuramente il mio passato da scout mi influenza, ma da subito ho pensato che il motto di Robert Baden-Powell calzasse a pennello per Opossum: «Non esiste buono o cattivo tempo, ma solo buono o cattivo equipaggiamento».

Ilaria Berio