I dati Terna del primo quadrimestre 2014

In Italia consumi di elettricità ancora in calo, ma le rinnovabili crescono

[9 maggio 2014]

Terna ha fornito i dati di aprile e del primo quadrimestre 2014 relativi alla domanda e alla produzione di elettricità in Italia, evidenziando un calo dei consumi rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.

La domanda dell’energia elettrica pari a 24 miliardi di kWh ha fatto registrare, infatti, una flessione del 2,9% rispetto all’aprile 2013. La variazione diventerebbe tuttavia -2,8% depurata da un debole effetto della temperatura: rispetto al corrispondente mese del 2013, si è infatti avuto lo stesso numero di giorni lavorativi (20) e una temperatura media mensile quasi invariata.

La variazione destagionalizzata della domanda elettrica di aprile rispetto al mese precedente è stata pari a +1,5%, ma il profilo del trend si è mantenuto tuttavia su un andamento negativo. Nel primo quadrimestre del 2014 la domanda ha registrato una flessione del 3,5% rispetto allo stesso periodo 2013; a parità di calendario il valore è -3,4%.

I 24 miliardi di kWh richiesti in aprile 2014, ha precisato la nota di Terna, sono distribuiti per il 46,4 % al Nord, per il 29,3% al Centro e per il 24,3% al Sud. A livello territoriale, la variazione della domanda di energia elettrica è risultata ovunque negativa: -3,5 % al Nord, -2,8 % al Centro e -1,7% al Sud.

In calo anche la produzione con cui è stata soddisfatta la domanda di energia elettrica che   per l’88,1% è stata coperta con produzione nazionale e per la quota restante (11,9%) dal saldo dell’energia scambiata con l’estero.

In dettaglio, la produzione nazionale netta (21,4 miliardi di kWh) è calata del 2,7% rispetto ad aprile 2013. In controtendenza, invece, il dato relativo alla produzione con fonti energetiche rinnovabili, che crescono con percentuali pari al +2,7% per l’energia geotermica, +2,3% per l’energia fotovoltaica e +12,1% per l’energia idroelettrica, mentre risulta in flessione la fonte termoelettrica (-10,2%).

Un dato che sembrerebbe mantenere il trend di crescita rilevato da Enel Gren Power a inizio anno, che aveva annunciato un  record assoluto di produzione geotermica nel 2013, pari a 5.301 GWh di energia elettrica.

Già nel 2012 con 5.235 GWh EGP aveva stabilito un record in termini percentuali di copertura del fabbisogno elettrico attestandosi intorno al 26,5% per capacità di soddisfare i consumi elettrici della Toscana su un totale regionale di 19.964 GWh.