Il progetto ASTA si terrà dal dal 20 al 25 novembre a Rispescia

La prima Alta scuola di turismo ambientale è in Maremma

Per la prima edizione posti già stati esauriti, un secondo corso di formazione a febbraio 2018

[17 novembre 2017]

Vivilitalia in collaborazione con Legambiente e Fondazione Atlante per la Maremma organizza dal 20 al 25 novembre il primo corso di Alta scuola sul turismo ambientale – Buoni turismi per una buona crescita. L’evento, che si terrà nel Centro nazionale Il Girasole di Legambiente, a Rispescia, ha il patrocinio del Parco regionale della Maremma, della Confesercenti Toscana, della Coldiretti Grosseto e dei Comuni di Grosseto, Capalbio e Castiglione della Pescaia. Altro patrocinio è quello del Polo Universitario Grossetano che, oltre ad ospitare sabato 25 novembre la tavola rotonda conclusiva e la consegna dei diplomi, vedrà la partecipazione della professoressa Lucia Sarti con un intervento il terzo giorno di corso.

Il Corso è coordinato da Paolo Grigolli, direttore della Scuola di management del turismo della Trentino school of management e prevede il contributo di docenti universitari ed esperti di settore che si alterneranno in lezioni frontali, visite guidate e laboratori pratici per comprendere l’evoluzione del mercato e il trend del turismo, la sostenibilità come fattore di sviluppo, il prodotto esperienziale per una sua più incisiva comunicazione e commercializzazione.

«Il corso di Alta scuola di turismo ambientale – ha spiegato Angelo Gentili, responsabile Legambiente Turismo – è un’occasione non solo per chi ne prenderà parte ma anche per tutto il territorio maremmano. Un progetto unico a livello nazionale che avrà continuità nel corso dei prossimi anni per qualificare imprenditori del settore turistico, giovani laureati ed esperti che potranno valorizzare la Maremma Toscana e le sue enormi potenzialità nell’ambito del turismo sostenibile. Questo anche attraverso una serie di testimonianze di esperti autorevoli a livello nazionale, oltre alla presentazione dei diversi segmenti turistici che sono oggi all’avanguardia. L’obiettivo è quello di fare della Maremma un laboratorio per il turismo ambientale e creare nuova economia e garantire occupazione rispettando al tempo stesso il paesaggio, la cultura e la storia dei territori».

«La Fondazione è nata con l’obiettivo di promuovere il brand della nostra Maremma sui mercati nazionali e internazionali – ha sottolineato Viola Lamioni, presidente di Fondazione Atlante per la Maremma – e con la ferma intenzione di rivolgere la nostra azione in particolare ai giovani. È per questo che sosteniamo con grande convinzione iniziative come Asta, l’Alta scuola di turismo ambientale promossa da Legambiente: un’iniziativa che racchiude in sé l’essenza della nostra mission. La promozione turistica non si improvvisa e per essere vincente non può più essere legata a vecchie logiche. Noi crediamo che possa e debba diventare un mestiere, con le giovani generazioni in prima fila e protagoniste del loro futuro”.

Per questa prima edizione i posti disponibili sono già stati esauriti, e proprio a seguito della grande richiesta sarà organizzato un secondo corso di formazione a febbraio 2018.

Per informazioni scaricare il regolamento dal sito www.festambiente.it, chiamare il numero 0564.48771 o scrivere a: segreteria@festambiente.it.