La Maremma verso l’autoproduzione di energia da fonti rinnovabili

[17 agosto 2015]

rinnovabili green economy energia

Ieri si è chiuso il sipario sull’edizione 2015 di Festambiente, ma la sua eredità in Maremma è destinata a durare a lungo. Uno degli atti concreti che gli ambientalisti hanno lasciato al territorio è il Manifesto per l’autoproduzione da fonti rinnovabili di Legambiente, alla cui presentazione hanno partecipato i comuni firmatari della provincia di Grosseto: in particolare, Comune di Castiglione della Pesciaia, Comune di Grosseto, Comune di Civitella Paganico, Comune di Montieri, Comune di Follonica, Comune di Scarlino, Comune di Orbetello, Comune di Scansano, Comune di Magliano e Comune di Capalbio.

Il Manifesto, lanciato dal Cigno a livello nazionale in tarda primavera, si inserisce nel contesto di una generazione d’energia distribuita fatta di prosumer, ossia di case ed edifici che siano produttori-consumatori, perché in questo modo si può beneficiare appieno di un sistema che premia chi risparmia energia, chi la autoproduce (da impianti solari e eolici, da biomasse e geotermici, mini idroelettrici) e chi investe nella gestione delle reti energetiche e nell’accumulo. La conferenza a Festambiente è stata l’occasione per presentare il Manifesto al territorio, con l’obiettivo di valorizzare i vantaggi che l’autoproduzione da fonti rinnovabili e un sistema distribuito possono portare nei territori: il Manifesto chiede di scegliere in Italia la strada dell’innovazione eliminando tutte le barriere esistenti all’autoproduzione e alla vendita di energia da fonti rinnovabili, semplificando le procedure di approvazione dei progetti e aiutando le amministrazioni pubbliche a promuovere interventi che vanno nella direzione di territori al 100% rinnovabili.

«La Maremma può divenire – ha spiegato Angelo Gentili, della segreteria nazionale di Legambiente – uno dei distretti che chiede con forza al governo una serie di provvedimenti che favoriscono l’autoproduzione energetica di edifici produttori-consumatori di energia in modo da diffondere energia rinnovabile basati sul principio dell’efficienza energetica. Il nostro obiettivo è quello di far sì che tutti i Comuni della provincia di Grosseto firmino il Manifesto trasformando la nostra provincia in una realtà rinnovabile al 100%».

Le potenzialità ci sono, come gli esempi concreti a livello nazionale, con 35 comuni 100% rinnovabili in Italia nei quali le fonti rinnovabili installate riescono a superare i fabbisogni elettrici e termici dei cittadini.