L’economista ambientale Simone Borghesi nuovo direttore del gruppo di ricerca Fsr Climate

Nato nel 2010 all’interno dell’Istituto universitario europeo di Firenze, il network di accademici è chiamato a valutare le politiche climatiche dell’Unione europea

[4 settembre 2017]

Simone Borghesi, economista ambientale dell’università di Siena nonché presidente eletto dell’Associazione italiana degli economisti dell’ambiente e delle risorse naturali (Iaere), è stato appena chiamato a dirigere il gruppo di ricerca Fsr Climate nato nel 2010 in seno all’Istituto universitario europeo di Firenze (Eui).

L’attuale contesto storico chiama gli accademici attivi all’interno del gruppo di ricerca climatica della Florence school of regulation (Fsr) ad un compito delicato quanto difficile: loro compito è quello di fornire valutazioni integrate – ambientali ed economiche – delle politiche climatiche messe in campo dall’Unione europea a vari livelli giurisdizionali, spaziando dal sistema europeo di scambio di quote di emissione (Eu Ets) alla promozione delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica, dall’impatto delle politiche climatiche europee a quello della tassazione in ambito energetico.

Borghesi, che all’Ateneo senese è docente di Economia ambientale e co-dirige il gruppo di ricerca R4S, è da anni una stimata firma del think tank redazionale di greenreport, Ecoquadro. A lui vanno i migliori auguri della redazione, certa che il professore saprà incarnare l’eccellenza che da sempre rappresenta l’Istituto universitario europeo di Firenze, un’istituzione – della quale fanno parte 22 Stati membri dell’Unione europea – unica al mondo.