Materiali riciclati per un turismo più sostenibile e accessibile al Parco regionale della Maremma

Inaugurato un percorso per permettere l’accesso della spiaggia anche a persone con ridotte o impedite capacità motorie

[7 agosto 2018]

Il Parco regionale della Maremma ha inaugurato a Marina di Alberese una passerella che dal parcheggio porta alla spiaggia e un percorso pedonale largo 1,50 metri, realizzato in aderenza alla strada, per raggiungere il centro servizi dove sono collocati i punti di ristoro e i servizi igienici: si tratta di un’iniziativa finalizzata all’abbattimento delle barriere architettoniche, per permettere quindi l’accesso della spiaggia anche a persone con ridotte o impedite capacità motorie, realizzata dall’Ente Parco Regionale della Maremma anche grazie ad un finanziamento specifico di 20.000 € della Regione Toscana.

«Il progetto – ha spiegato la presidente del Parco, Lucia Venturi – nasce da un’idea di una studentessa dell’Università di Siena, Chiara Zella, residente ad Alberese: con gli Uffici del Parco lo abbiamo trasformato in progetto concreto che abbiamo potuto realizzare grazie al contributo della Regione Toscana. Un’ulteriore passo verso un Parco sempre più accessibile a tutti. L’accessibilità dell’area protetta rappresenta un elemento portante del nostro operato ed è uno degli obiettivi inseriti nel programma della Carta europea per il turismo sostenibile (Cets) su cui stiamo lavorando».

Di particolare rilevanza anche la scelta dei materiali compiuta per realizzare il percorso, impiegando materiali riciclati in grado di dare concretezza all’economia circolare sul territorio: il percorso è stato infatti realizzato per l’80% in PVC rigenerato espanso-prodotto verde certificato plastica seconda vita e per il restante 20% in farina di legno rigenerata, come gran parte dei materiali utilizzati ormai da tempo per i manufatti all’interno dell’area protetta.