New York, la “Grande Mela” diventa geotermica

Il Consiglio comunale di vota all’unanimità la delibera per incoraggiare l'uso della geotermia negli edifici pubblici

[23 dicembre 2015]

new york

Il Consiglio comunale di New York ha votato all’unanimità l’approvazione di una delibera che intende promuovere l’uso di sistemi geotermici per il condizionamento degli edifici in tutta la città. Una decisione presa considerando l’analisi dei costi-benefici dell’impatto a lungo termine delle emissioni di carbonio degli edifici di proprietà del Comune.

«Questo disegno di legge rappresenta una svolta nella storia della città, infatti si stabilisce che anche il costo sociale del carbonio deve essere considerato in fase di attuazione di una politica ambientale – ha dichiarato il relatore della delibera, il Consigliere Costa Constantinides – Utilizzare  la tecnologia geotermica negli edifici di proprietà comunale ci consente di risparmiare denaro, ridurre la nostra impronta di carbonio e offrire una road map per la leadership ambientale anche per il settore privato. Lo strumento di screening on-line sarà infatti l’occasione per favorire e promuovere la diffusione degli impianti geotermici nelle abitazioni private o negli edifici commerciali.

Gli edifici rappresentano il 70 per cento di tutte le emissioni di carbonio della nostra città, ha spiegato Constantinides. I sistemi energetici geotermici funzionano in modo simile ai sistemi HVAC tradizionali installati negli immobili ma contribuiscono a ridurre la dipendenza di combustibili fossili utilizzati nei bruciatori o dalle torri di raffreddamento.

Sistemi geotermici sono attualmente utilizzati presso l’Orto Botanico di Queens, Cattedrale di San Patrizio e Museo dei Bambini di Brooklyn. Constantinides ha affermato come il provvedimento adottato sia un deciso passo in avanti verso l’obiettivo comune di ridurre le emissioni di gas serra dell’80 per cento entro il 2050 a New York City. «Crediamo che il calore derivante dalla geotermia – come fonte rinnovabile e pulita – possa essere esattamente il tipo di innovazione che aiuterà a New York diventare una città più sostenibile, più verde», ha detto il presidente del Consiglio comunale Melissa Mark-Viverito.