Oltre 1.200 studenti a Siena per toccare con mano i prodotti del riciclo a km zero

Le visite al Padiglione inaugurato per l’Open day di Sienambiente proseguiranno fino al 10 novembre

[18 ottobre 2017]

Materiali riciclati per ottenere prodotti belli, sostenibili e funzionali: non si tratta di una prospettiva futuristica ma di una concreta realtà, che in Toscana oggi tutti possono toccare con mano. La dimostrazione arriva dal Padiglione del riciclo, simbolo dell’economia circolare realizzata secondo i principi di prossimità e sostenibilità. La struttura è stata infatti completamente realizzata con plastiche riciclate provenienti dalla raccolte differenziate dai cittadini toscani, per poi essere gestite e riciclate in Toscana.

Una chiusura del cerchio perfetta che sta attraendo una curiosità che va oltre alle aspettative. Inaugurato il 6 ottobre in occasione de IV Open day di Sienambiente, il Padiglione del riciclo avrebbe dovuto rimanere aperto fino al 19 ottobre – una data che adesso è spostata al 10 novembre (identica deadline per la “Casetta del Compost”, dove viene distribuito gratuitamente il compost “Terra di Siena” prodotto negli impianti di Sienambiente) a causa del gran numero di richieste arrivato da parte di cittadini, enti, associazioni e scuole in particolare. Fino ad oggi, sono già 1.200 gli studenti della provincia di Siena, tra scuole elementari e medie, ad aver prenotato una visita nella struttura.

L’obiettivo che si vuol rendere sempre più palpabile, come spiegato già dal presidente di Sienambiente Alessandro Fabbrini , è quello di «dare una finalità alle raccolte differenziate del nostro territorio e ottenere materiali sempre più  adatti, dal punto di vista qualitativo, ad essere riciclati e ridurre in tal modo l’utilizzo di risorse naturali non rinnovabili».

Un obiettivo che si mostra in tutte le sue possibilità all’interno del Padiglione (un progetto di Toscana ricicla che vede tra i suoi partner, oltre a Sienambiente, Aer, Alia,Confesercizi Cispel, Geofor, Rea, Revet, Sei Toscana), dove il personale di Sienambiente, in collaborazione con Legambiente Siena, illustra le caratteristiche del manufatto fornendo anche informazioni sul riciclo, sulla corretta gestione dei rifiuti e sulle buone pratiche ambientali.

«L’industria oggi chiede materiali riciclati per creare prodotti sostenibili e funzionali – ha aggiunto il presidente di Revet e Revet Recycling Alessandro Canovai – Ma perché ciò avvenga è necessario che il punto di partenza, cioè le raccolte differenziate, siano di qualità. Oggi non basta più fare la raccolta differenza, è fondamentale farla bene in modo che poi le aziende che nei loro impianti si occupano di riciclo, come Revet e come Sienambiente, siano in grado di riciclare i materiali e re-immeterli nei cicli di consumo». Il Padiglione del riciclo è la dimostrazione di tutto ciò sia possibile.

Per prenotare una visita è possibile scrivere a comunicazione@sienambiente.it oppure telefonare al 0577/248011

L. A.