Pomarance è il comune più geotermico d’Italia

[1 dicembre 2017]

Pomarance è il Comune con la più alta produzione di energia geotermica al mondo. Sin dall’antichità l’area geotermica tradizionale toscana, il cui centro è Larderello, nel Comune di Pomarance, era nota come la Valle del diavolo. Oggi i caratteristici soffioni e le fumarole che filtrano dal terreno costituiscono un’attrattiva turistica, ma un tempo la loro presenza era tanto invasiva da rendere inospitale il territorio, dove si apriva un paesaggio lunare. Misti a gas contenenti ammoniaca e acido borico, getti di vapore capaci di raggiungere 160 °C impedivano una crescita rigogliosa alla vegetazione e incutevano timore negli uomini, tanto che Dante Alighieri si ispirò a questa Valle del diavolo nella descrizione del suo Inferno. L’antico borgo di Montecerboli, che deve il suo nome al mitologico cane a tre teste che secondo la mitologia greca sorvegliava l’ingresso all’Ade, è ancora testimone di quel tempo, scomparso all’alba della geotermia industriale.

La presenza delle centrali ha concentrato nel tempo e soprattutto nello spazio le emissioni naturali coltivando l’energia dei serbatoi geotermici, liberando la valle dal dominio dei fumi luciferini e creando lavoro in grado di richiamare abitanti: oggi sono 740 gli addetti Enel alla geotermia in Toscana, più un altro migliaio nell’indotto, ma le caratteristiche intrinseche alla coltivazione geotermica alimentano anche altri importanti settori, da quello agroalimentare a quello turistico.

Il primo esempio ne è Pomarance: il Comune con la più alta produzione di energia geotermica al mondo, da cui arriva il 40% di tutta quella toscana. «Il know-how che ruota attorno a questa tecnologia – ci spiega con orgoglio il sindaco Loris Martignoni – viene ancora esportato ovunque nel globo, è fonte di lavoro e possibilità di vivere questo territorio, prima difficilmente abitabile».

credit photo Greenaccord

Vuoi scoprire gli altri articoli pubblicati da greenreport insieme al manifesto sul suo settimanale ecologista Il Gambero Verde? Clicca qui: http://www.greenreport.it/nome-rubrica/gambero-verde/