Premio Sterminata Bellezza. Bando di esperienze e di idee per generare nuova bellezza

Seconda edizione del premio di Legambiente, Comieco, Symbola e Consiglio nazionale degli architetti

[21 ottobre 2015]

Sterminata bellezza

«La bellezza dei gesti, dei luoghi e degli oggetti: l’Italia ha un patrimonio di bellezza che tutto il mondo ci riconosce. La sfida che abbiamo davanti non è solo conservarla, contrastando la bruttezza che in questi ultimi decenni ha modificato i nostri territori, ma di produrne di nuova, quale risorsa primaria per dare qualità al futuro», lo affermano Legambiente, Comieco, Symbola e Consiglio nazionale degli architetti presentano il bando per il Premio Sterminata Bellezza  che «vuole essere uno stimolo e un riconoscimento per le tante esperienze innovative e originali che si muovono nel Belpaese, i processi territoriali per il recupero e la generazione di nuova bellezza, gli eventi che tengono insieme qualità ambientale e qualità sociale, l’innovazione e i saperi antichi del territorio».

Le tre organizzazioni presentano il bando per le esperienze e idee capaci di generare bellezza articolato in tre sezioni: bellezza dei gesti, dei luoghi e degli oggetti, al quale possono partecipare enti pubblici, fondazioni, imprese no profit e low profit, associazioni, comitati, organizzazioni di volontariato, società di persone, organizzazioni non governative e Onlus, ma anche cittadini italiani e stranieri, in forma singola o associata con invito particolare a tutti quei liberi professionisti, progettisti e studi di progettazione che concorrono a generare nuova bellezza, residenti o domiciliati in Italia, che abbiano compiuto i 18 anni di età.

A Legambiente spiegano che «Il bando vuole individuare e valorizzare esperienze e idee che abbiano caratteristiche trasversali capaci di avviare processi innovativi e di andare a ridefinire la qualità dei contesti ambientali, sociali ed economici degli specifici territori di appartenenza, generando benessere e accrescimento culturale, occupazione, tutela dei beni comuni, solidarietà. Nello specifico: la bellezza dei gesti, che valorizza esperienze ed idee di solidarietà sociale, di impegno civico e di promozione culturale finalizzate al miglioramento della qualità della convivenza, della coesione territoriale e di stili di vita rispettosi dell’ambiente; la bellezza dei luoghi, che valorizza esperienze ed idee di riqualificazione e riuso dei territori degradati, di custodia e cura dei luoghi, di miglioramento estetico ed ambientale degli spazi urbani ed extraurbani e degli spazi pubblici che hanno particolari finalità sociali; la bellezza degli oggetti, che valorizza le produzioni e le idee legate ad oggetti specifici o servizi innovativi che nascono da una creatività individuale o collettiva e/o dalla capacità di utilizzare saperi tradizionali per rispondere a situazioni problematiche e a bisogni diffusi».

La giuria, composta da Vittorio Cogliati Dezza, presidente nazionale Legambiente, Leopoldo Freyrie, presidente dell’Ordine Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori,  Ermete Realacci, presidente Fondazione Symbola e Carlo Montalbetti, direttore generale Comieco, valuterà i progetti candidati (che dovranno pervenire entro il  23 novembre 2015).

I casi e le idee selezionati saranno presentati pubblicamente durante la cerimonia di premiazione che si terrà 9 dicembre a Milano, città simbolo del cambiamento e della rigenerazione urbana. Per ogni sezione verranno premiati tre progetti cui verrà concesso l’uso del logo del premio e la promozione del loro caso/idea all’interno delle iniziative e attraverso i mezzi di comunicazione dei soggetti promotori del premio.

Per partecipare al bando di selezione del premio è necessario inviare la scheda linkata sul bando (http://www.legambiente.it/contenuti/articoli/premio-stermita-bellezza-2015) o scrivere a bellezza@legambiente.it.

La partecipazione è gratuita.

 

Info: Legambiente Onlus (via Salaria 403, 00199 Roma  – tel. 06.86268388 – fax 06.23325782)