Gentili: «Un progetto che avrà continuità anche nei prossimi anni per qualificare imprenditori del settore turistico, giovani laureati ed esperti»

Primo corso di alta formazione sul turismo ambientale in Maremma

Creare nuova economia e garantire occupazione rispettando paesaggio, cultura e storia dei territori

[20 ottobre 2017]

La Maremma diventa capitale del turismo sostenibile e il suo territorio viene valorizzato sotto tutti i punti di vista: naturalistico, paesaggistico, enogastronomico, storico-culturale. Si terrà, infatti, dal 20 al 25 novembre il “Corso di ASTA di alta formazione sul turismo ambientale – Buoni turismi per una buona crescita”, promosso da Vivilitalia in collaborazione con Legambiente, la Scuola di management del turismo di Trento, la Fondazione Atlante per la Maremma, la Confesercenti Toscana e con il partenariato del Parco regionale della Maremma.

Angelo Gentili, responsabile Legambiente Turismo, spiega che «Con l’alta scuola di formazione sul turismo ambientale prende il via un progetto unico a livello nazionale che avrà continuità nel corso dei prossimi anni per qualificare imprenditori del settore turistico, giovani laureati ed esperti che potranno valorizzare la Maremma Toscana e le sue enormi potenzialità nell’ambito del turismo sostenibile. Questo anche attraverso una serie di testimonianze di esperti autorevoli a livello nazionale, oltre alla presentazione dei diversi segmenti turistici che sono oggi all’avanguardia. L’obiettivo è quello di  creare nuova economia e garantire occupazione rispettando al tempo stesso il paesaggio, la cultura e la storia dei territori».

Al termine del corso sarà rilasciato un attestato di frequenza.

Le iscrizioni per la partecipazione potranno essere presentate fino al 13 novembre 2017, secondo le seguenti modalità: a mano al Circolo Festambiente di Legambiente in Località Enaoli, a Rispescia, oppure tramite mail a segreteria@festambiente.it o ancora con fax allo 0564.487740. Per informazioni sul corso e sull’iscrizione: www.festambiente.it o www.legambienteilgirasole.it, o al numero 0564/487711.