Ristrutturazioni edilizie, a Firenze sgravi fiscali per chi unisce bellezza ed efficienza energetica

[7 giugno 2013]

Il comune di Firenze estende gli incentivi per la promozione dell’efficienza energetica in edilizia, già previsti dal governo Letta: arrivano infatti sgravi per i residenti che vogliono ristrutturare la facciata della loro casa, sia in condominio che singola, purché questi comprendano oltre al miglioramento estetico anche misure che migliorino l’isolamento termico degli edifici. La Giunta, su proposta dell’assessore alle politiche del territorio Elisabetta Meucci, ha dato il via libera al provvedimento, che introduce l’esenzione dal canone per l’occupazione del suolo pubblico per i ponteggi necessari ai lavori, una riduzione non trascurabile sul costo complessivo dei lavori.

Il provvedimento è nato da un’intesa tra il Dipartimento di Tecnologie e Design “Pierluigi Spadolini” dell’Università di Firenze, la Fondazione Angeli del Bello, l’Agenzia fiorentina per l’energia, l’Associazione Amici della Terra Toscana Onlus, l’Ance Firenze, l’Anci Toscana e il Forum Energia Onlus, per uno studio che individui “pratiche ed interventi integrati per la riqualificazione estetica di facciate e di edifici attraverso elementi di eco sostenibilità”.

In conseguenza- hanno spiegato dall’amministrazione comunale- è nato un programma di ricerca con diversi obiettivi: la mappatura e catalogazione degli interventi necessari; lo studio preliminare di elementi modulari di eco-design che possano rispondere alle criticità individuate; lo sviluppo di indicatori progettuali attraverso esempi applicativi; l’elaborazione di capitolati di massima per la valutazione economica degli interventi; l’elaborazione di guide di semplice consultazione per facilitare l’accesso alle detrazioni fiscali da parte dei cittadini e degli amministratori condominiali.

Il lavoro è stato presentato nel corso di due seminari che si sono svolti in maggio, nell’ambito del percorso di partecipazione organizzato dall’assessorato per la redazione del nuovo Regolamento Urbanistico. Le procedure e i criteri per accedere agli sgravi-hanno informato dal Comune- saranno resi noti nei prossimi giorni, con un apposito avviso pubblico da parte della Direzione Urbanistica del comune, dopo l’approvazione da parte del Consiglio comunale della modifica al regolamento che disciplina il pagamento del canone per l’occupazione degli spazi pubblici.