Sviluppo sostenibile: a Siena 30 Paesi mettono al centro il ruolo dell’istruzione superiore

Concluso il convegno dell'International Sustainable Campus Network

[17 giugno 2016]

Sviluppo sostenibile Siena

Con l’impegno a consolidare un nuovo legame tra atenei, settore privato e organizzazioni non profit, si è conclusa all’Università di Siena la sua decima conferenza annuale dell’International Sustainable Campus Network (ISCN), la rete delle Università del mondo impegnate per lo sviluppo sostenibile.

L’ISCN è un forum globale che comprende 80 università e supporta gli atenei nello scambio di idee, informazioni e buone pratiche, allo scopo sensibilizzare il mondo accademico e l’intera società intorno ai temi della sostenibilità.

Nel 2009, ISCN ha collaborato con GULF, un’iniziativa del World Economic Forum che ha riunito i rettori delle 26 migliori università a livello mondiale, impegnandoli sui principi della Carta per il Campus Sostenibile.

Dall’assemblea di Siena, composta da 160 rappresentanti di 35 nazionalità, è giunto «un appello al mondo accademico, a quello della produzione e all’intera società a unire le forze per sostenere gli obiettivi della sostenibilità».

Sono state individuate 4 linee di azione: offrire un’adeguata formazione ai futuri dirigenti di azienda; inserire nei programmi di studio di alta qualità obiettivi specifici di apprendimento tecnico e contemporaneamente approccio culturale ampio; utilizzare i campus universitari come luoghi di sperimentazione per sviluppare tecnologie innovative al servizio della salute e del benessere; passare dalle parole ai fatti, raggiungendo l’eccellenza negli edifici sostenibili, a vantaggio degli utenti.

Il rettore dell’Università di Siena ,Angelo Riccaboni, ha sottolineato che «E’ importante che il mondo dell’Università lavori in modo unito verso gli obiettivi di sviluppo sostenibile coinvolgendo direttamente i docenti, il personale e gli studenti, per fare in modo che le comunità accademiche diventino protagoniste del cambiamento».

Grazie al suo forte impegno nello sviluppo sostenibile, in particolare nell’ambito della produzione alimentare, l’Università di Siena è stata considerata il luogo perfetto per questo dialogo globale. La prossima assemblea internazionale dell’ ISCN si terrà all’University of British Columbia, a Vancouver, nel giugno 2017, per discutere degli obiettivi raggiunti e sui contributi che le università possono dare verso i Sustainable Development Goals, recentemente definiti dall’Onu.