Torna EnergicaMente, la cultura del risparmio energetico che parte dalla scuola

[5 novembre 2013]

E’ giunto alla terza edizione EnergicaMente, il laboratorio proposto da Estra, Legambiente e Giunti Progetti educativi, che ha gli obiettivi di diffondere una cultura del risparmio energetico all’interno della comunità scolastica, coniugare gli aspetti educativi con quelli della sostenibilità ambientale, contribuire a migliorare gli stili di vita, informare i giovani e le loro famiglie sulle energie rinnovabili.

Il progetto verrà realizzato in 5 regioni (Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo e Molise) e coinvolgerà 220 classi. L’edizione 2013-2014 di “EnergicaMente, a scuola di energie rinnovabili” presenta la novità “Eco-School Game, costruisci la tua scuola ecologica”, un concorso on-line rivolto alle classi (V primaria – I-II-III secondaria inferiore) di tutti gli Istituti scolastici dei territori interessati dalla campagna. Saranno premiate 12 classi con buoni spesa per materiale didattico, per una cifra complessiva di 2.400 euro. Attraverso un gioco interattivo le classi dovranno costruire la “scuola sostenibile perfetta”. Gli alunni, guidati dall’insegnante, potranno scegliere le varie soluzioni di costruzione rispondendo a domande su bioedilizia, utilizzo delle energie rinnovabili, gestione dei servizi interni in modo ecologico (acqua, rifiuti, alimentazione), sicurezza degli impianti, progettazione spazi esterni (giardini, orti, spazi gioco).

A conclusione del percorso del gioco “Eco-School Game” verrà creato un video di circa 3 minuti che riepilogherà le scelte fatte. Estra, Legambiente e Giunti Progetti educativi ripropongono poi i percorsi didattici in classe, cioè incontri in 220 classi con la consegna di un kit didattico che contiene una guida per gli insegnanti, il libretto ”Quante energie!” per ogni studente che informa sulle varie energie e sui modi per utilizzarle, un poster, una locandina e “EnergiOca”, il gioco dell’oca sul risparmio energetico. In ognuno delle 220 classi saranno effettuati 3 incontri d 2 ore ciascuno. I tre promotori metteranno quindi a disposizione del sistema scolastico 1.320 ore di formazione.

«Energicamente fa ormai parte del Dna di Estra –  ha dichiarato il presidente Roberto Banchetti- In primo luogo dimostra che le esperienze e le progettualità create localmente sono capaci di crescere e di affermarsi come attività se non nazionali quanto meno interregionali. In secondo luogo, la logica delle collaborazioni che Estra applica in ogni contesto, si è dimostrata particolarmente positiva in questo. Stiamo lavorando con due eccellenze dell’associazionismo ambientale e dell’editoria: Legambiente e Giunti. Infine continuiamo a registrare l’adesione di un numero crescente di scuole e quindi di dirigenti, docenti, alunni e famiglie.

Questi tre tasselli contribuiscono a creare un nuovo mosaico di cultura e sensibilità diffusa su temi fondamentali per il futuro del nostro paese: energia, ambiente e formazione». Un altro filone del progetto è quello dell’attività teatrale. Moduli di 20 ore per ogni classe che si sarà dichiarata interessata con l’obiettivo di approfondire le tematiche energetiche in modo divertente e coinvolgente. Al termine una breve performance teatrale rivolta alle famiglie e alla cittadinanza. Infine Energicamente propone il concorso “Ri-Energy” rivolto alle famiglie. Gli studenti che parteciperanno ai percorsi didattici potranno prendervi parte compilando, insieme alla propria famiglia, un questionario che sarà distribuito nelle scuole durante i percorsi didattici.

Il concorso avrà come premio una fornitura gratuita di gas metano. Cinque buoni da 250 a 1.000 euro. «Anche quest’anno Legambiente è presente nelle Campagna EnergicaMente curando gli interventi educativi su tutte le cinque regioni interessate. Rinnoviamo il nostro impegno perché Energicamente è diventato un appuntamento significativo che ci permette di contribuire alla costruzione di nuove competenze, in un settore che riteniamo strategico come quello dell’energia  – ha sottolineato Vanessa Pallucchi presidente nazionale Legambiente Scuola e Formazione – Riteniamo infatti che la scuola sia un luogo privilegiato dove formare cittadini attivi e consapevoli difronte ai cambiamenti locali e globali del nostro pianeta, ai quali si può contribuire anche a partire dai cambiamenti negli stili di vita e di consumo».

Attraverso il progetto, con l’obiettivo di coinvolgere e informare le famiglie su temi della sostenibilità ambientale, è stata sviluppata un’applicazione (App) per smartphone e tablet. “Life Green” è uno strumento versatile e attuale attraverso il quale famiglie e cittadini potranno analizzare le proprie abitudini domestiche, avere consigli pratici su come diminuire i consumi, ricevere maggiori informazioni sulla sicurezza e sulla manutenzione degli impianti di riscaldamento. L’applicazione sarà sempre disponibile sul web e potrà essere scaricata gratuitamente. «Energicamente è una grande opportunità per le scuole, si tratta infatti di una campagna educativa che offre sia strumenti divulgativi (cartacei e on line) che  percorsi in classe. Le scuole possono così partecipare ad attività didattiche con il coinvolgimento attivo dei ragazzi, oltre che delle famiglie, contribuendo a promuovere comportamenti sostenibili e aumentando la percezione dell’importanza di scelte quotidiane capaci di influenzare il benessere di oggi e di domani» ha concluso Simona Merlino di Giunti Progetti educativi.