Un software (gratuito) per scoprire l’efficienza energetica degli edifici, e come migliorarla

[14 marzo 2014]

Il comune di Torri di Quartesolo, in provincia di Vicenza, nel 2013 ha vinto il Premio A+Com per il migliore  Piano d’azione per l’energia sostenibile (Paes)  italiano nella categoria 5.000 – 20.000 abitanti  ed ora mette a disposizione un software, scaricabile gratuitamente dal sito internet del municipio, che permette di conoscere, attraverso Google Earth, lo stato di salute energetico degli edifici del territorio, proponendo caso per caso gli interventi da programmare per migliorarne l’efficienza.

Il Comune di Torri di Quartesolo spiega che «Quest’applicazione dal nome complicato (Web – GIS) è, in realtà, molto semplice da capire e, soprattutto, da utilizzare. Molte persone, grazie alle detrazioni fiscali al 50% per gli interventi di ristrutturazione edilizia e al 65% per quelli di efficienza energetica confermate fino al 31/12/2014, sono invogliati a investire i loro risparmi per migliorare le proprie abitazioni e diminuire i consumi energetici annuali e la relativa bolletta (che aumenta sempre!). Non essendo, però, specializzati nel settore energia o il quello edile, non è sempre semplice capire quali interventi fare e, soprattutto, quali sono i più convenienti dal punto di vista economico. Molti sono i quesiti che tutti noi ci poniamo quando dobbiamo intervenire sulle nostre case. Per esempio: Sarà meglio sostituire i serramenti o fare il cappotto? In quanti anni potrei rientrare dall’investimento che ho sostenuto? Quanto potrei risparmiare ogni anno se cambiassi la mia vecchia caldaia e ne installassi una ad alta efficienza? Se cambiassi le lampadine di casa mia con quelle a basso consumo, quanto dovrei spendere? E quanto potrei risparmiare ogni anno di energia elettrica? Tutti questi quesiti, a cui non è semplice dare risposta, possono creare incertezza e, di conseguenza, sfavorire questi interventi virtuosi».

Per questo  il Comune ha creato un applicato informatico che usa come database i dati emersi dalla “Zonizzazione energetica” del territorio comunale, elemento giudicato vincente da Alleanza per il Clima, l’onlus che insieme a Kyoto Club ripropone anche quest’anno il premio A+CoM per i migliori Piani d’azione per l’energia sostenibile italiani.  Il Comune sottolinea che «Grazie ad apposite analisi di livello territoriale,  abbiamo diviso gli edifici in funzione del loro consumo energetico: per ogni zona individuata, da quella più energivora (Zona I) a quella con le performance relativamente più virtuose (Zona V), sono state effettuate delle simulazioni d’intervento con l’obiettivo di studiare il vantaggio economico e ambientale dell’investimento in un miglioramento energetico».

Così, con un semplice click i quartesolani potranno visualizzare con il computer le loro abitazioni, conoscerne lo stato di salute energetico e gli eventuali interventi da programmare per migliorarne l’efficienza. All’ufficio tecnico del comune veneto piegano ancora: «Il nostro software utilizza Google Earth, applicativo che Google mette a disposizione gratuitamente per tutti gli utenti della rete: tutti gli edifici del Comune di Torri di Quartesolo sono individuati con dei blocchi tridimensionali colorati (rosso, arancione, giallo, verde scuro e verde chiaro). Spostando il cursore su ogni singola abitazione e cliccandoci sopra si vede comparire una schermata in cui vengono suggeriti tutti i possibili interventi di efficienza e risparmio energetico che si possono mettere in campo».

Secondo Alleanza per il Clima Italia si tratta di un esempio virtuoso da seguire perché favorisce «Migliorie per diminuire i consumi per il riscaldamento e l’acqua calda, come comportamenti energetici virtuosi (ad esempio, mantenere le temperatura dei locali entro i 19° C), la realizzazione di isolamenti termici, la sostituzione dei serramenti o della caldaia o l’istallazione di pannelli solari termici. Interventi per cui sono stati specificati tutti i parametri tecnici necessari (mq, costi) in funzione delle caratteristiche dell’edificio medio di ogni Zona, dando, allo stesso tempo, una serie di informazioni indispensabili a cittadini per scegliere se intervenire o meno: detrazioni a cui si può eccedere, risparmio energetico ed economico annuale conseguibile, costo d’investimento necessario e tempo di rientro dell’investimento».